Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Come cambiare correttamente un tema di WordPress (Guida definitiva)

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

WordPress offre un’interfaccia utente per la gestione dei temi. Tuttavia, scegliere un nuovo tema e attivarlo non è sempre così semplice come potrebbe sembrare.

Noi di WPBeginner abbiamo scritto molti tutorial sui temi di WordPress negli ultimi 16 anni e raccomandiamo di affrontare le modifiche ai temi in modo strategico per evitare potenziali problemi.

Questo articolo analizza il processo di modifica sicura di un tema di WordPress. Indirizzeremo le preoccupazioni di chi siamo sul mantenimento della funzionalità e del traffico del sito web e forniremo una lista di controllo passo dopo passo per guidarvi in una transizione senza problemi.

Properly Change a WordPress Theme (Ultimate Guide)

Perché cambiare un tema WordPress?

Potreste voler cambiare il tema del vostro sito WordPress per renderlo più adatto alla vostra nicchia.

Ad esempio, se gestite un blog di moda, potreste voler passare a un tema con lo stile di un sito web di moda professionale.

Il passaggio a un tema diverso può anche dare al vostro sito web un aspetto nuovo, migliorare l’esperienza dell’utente e persino migliorare la SEO del sito, rendendo più facile per i motori di ricerca la scansione e l’indicizzazione dei contenuti.

Inoltre, alcuni temi WordPress sono dotati di funzionalità integrate che potrebbero essere necessarie per il vostro sito. Ad esempio, alcuni temi includono funzioni per il commercio elettronico, i siti associativi e i portafogli.

Detto questo, vediamo come modificare correttamente un tema di WordPress sul vostro sito web. Ecco una rapida panoramica di ciò che imparerete in questo articolo:

Cose da fare prima di cambiare un tema WordPress

Sebbene sia possibile cambiare facilmente un tema con pochi clic, è necessario prendere alcune precauzioni prima di iniziare questo processo.

Vi consigliamo di seguire la seguente lista di controllo per assicurarvi che il processo di modifica del tema di WordPress si svolga senza problemi e che non perdiate dati importanti.

1. Copiare gli snippet dal tema attuale

Alcuni utenti intermedi di WordPress amano personalizzare il proprio sito web aggiungendo snippet di codice direttamente al file functions.php del tema.

Poiché queste modifiche sono state apportate una volta sola, di solito le persone se ne dimenticano.

Se voi o il vostro sviluppatore web avete apportato queste modifiche, assicuratevi di esaminare i file del vostro tema attuale e di annotare tutto il codice aggiuntivo che avete aggiunto in precedenza. In questo modo sarà possibile aggiungere questi snippet in un secondo momento nel file functions.php del nuovo tema o in un plugin WordPress specifico per il sito.

Suggerimento dell’esperto: Vi consigliamo di aggiungere sempre del codice al vostro sito web utilizzando WPCode, il miglior plugin di snippet di codice per WordPress sul mercato. In questo modo, quando passate a un tema diverso, non dovrete preoccuparvi di copiare e aggiungere snippet di codice.

Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida su come aggiungere correttamente codice personalizzato in WordPress.

2. Tempo di carico del test

Prima di cambiare il tema, è bene verificare il tempo di caricamento del sito web. In questo modo è possibile confrontare facilmente le differenze nel tempo di caricamento della pagina dopo le modifiche apportate al sito.

Ricordate che la velocità di WordPress è un fattore importante per l’esperienza utente e per la SEO, quindi dovete assicurarvi che il nuovo tema sia più veloce di quello precedente.

Potete verificare la velocità del vostro sito web utilizzando uno strumento per il test di velocità di WordPress. Per ulteriori istruzioni, consultate la nostra guida su come eseguire un test di velocità del sito.

Verificate il tempo di caricamento della homepage e di alcune pagine interne.

3. Non perdete alcun codice di tracciamento

Alcuni utenti aggiungono il codice di tracciamento analitico direttamente nei file del tema. Inoltre, alcuni temi WordPress consentono di aggiungere il codice AdSense o Analytics nei pannelli delle impostazioni.

Uno degli errori più comuni che commettono i principianti è quello di trascurare questi snippet di codice.

È necessario assicurarsi di copiare tutti i frammenti di codice di tracciamento, in modo da poterli aggiungere al nuovo sito dopo aver modificato il tema.

Per garantire il futuro, consigliamo sempre agli utenti di installare Google Analytics utilizzando un plugin come MonsterInsights. Questo plugin consente di visualizzare le analisi e i report direttamente dalla dashboard di WordPress senza aggiungere alcun codice di monitoraggio ai file del tema.

D’altra parte, per altri codici di tracciamento come gli annunci, si consiglia di utilizzare WPCode. Per istruzioni dettagliate, consultate il nostro tutorial su come aggiungere correttamente Google AdSense a WordPress.

4. Eseguire un backup completo

Prima di modificare il tema, è sempre consigliabile eseguire il backup di pubblicazioni, immagini, plugin e database.

È possibile utilizzare un plugin di backup per WordPress come Duplicator per creare un backup dell’intero sito. Assicuratevi di scaricare questo backup sul vostro computer prima di procedere.

Questo passo vi garantirà di poter recuperare facilmente il vostro sito web se qualcosa dovesse andare storto.

Per ulteriori informazioni, potete consultare la nostra guida per principianti su come eseguire il backup del vostro sito WordPress.

5. Contenuto della barra laterale

Le barre laterali sono utilizzate per aggiungere diversi widget, tra cui link sociali, pubblicità, moduli di abbonamento o di contatto.

Prendete nota di queste modifiche. Se è stato aggiunto del codice personalizzato a un widget, assicurarsi di copiare e incollare questo codice sul computer, in modo da poterlo riutilizzare nel nuovo tema.

6. Mantenere il sito in modalità di manutenzione

È buona norma mettere il sito web in modalità di manutenzione quando si apportano modifiche. In questo modo si evita che gli utenti vedano un sito incompleto e si garantisce una transizione fluida a un tema diverso.

A questo scopo si consiglia di utilizzare SeedProd.

È il miglior page builder per WordPress sul mercato che vi permette di creare facilmente pagine in modalità coming soon e maintenance per il vostro sito.

SeedProd

Per prima cosa, è necessario installare e attivare il plugin SeedProd. Se avete bisogno di aiuto, seguite la nostra guida passo passo su come installare un plugin di WordPress.

Nota: è possibile utilizzare il piano gratuito di SeedProd per attivare la modalità di manutenzione. Tuttavia, l’aggiornamento alla versione premium sbloccherà ulteriori funzionalità, come i modelli precostituiti, le funzioni di personalizzazione avanzate e le integrazioni con strumenti di email marketing.

Quindi, andate alla schermata SeedProd ” Pagine di destinazione dalla vostra dashboard di WordPress e fate clic sul pulsante “Imposta una pagina in modalità di manutenzione”.

Click the Set up maintenance mode page button

Successivamente, è necessario selezionare un modello per la pagina della modalità di manutenzione. È anche possibile utilizzare un modello vuoto e creare una pagina da zero.

Per scegliere un modello, è sufficiente passare il mouse su una miniatura e fare clic sull’icona di controllo.

SeedProd's ready-made maintenance templates

È ora possibile utilizzare il costruttore di pagine drag-and-drop SeedProd per personalizzare la propria pagina. È sufficiente aggiungere nuovi blocchi trascinandoli dal menu a sinistra.

SeedProd consente di aggiungere blocchi standard per testo, immagini, pulsanti e titoli. Offre anche blocchi avanzati, tra cui moduli di contatto, omaggi, opzioni di condivisione sociale e molto altro.

Add button block to the maintenance page

Non dimenticate di salvare le modifiche facendo clic sul pulsante “Salva” nell’angolo in alto a destra.

Dopodiché, andare alla scheda “Impostazioni della pagina” e modificare lo stato della pagina spostandola su “Pubblica”.

Toggle page status to publish and click the X icon to exit

Una volta fatto ciò, fare clic sull’icona ‘X’ nell’angolo superiore sinistro dello schermo per uscire dal costruttore di trascinamento. Si aprirà un prompt sullo schermo che chiederà di attivare la modalità di manutenzione.

Da qui è sufficiente fare clic sul pulsante “Sì, attiva” per visualizzare la modalità di manutenzione agli utenti che visitano il vostro sito web.

Click the Yes, Activate button in the prompt

Se avete bisogno di maggiore ispirazione per creare una pagina di manutenzione, potete consultare il nostro elenco di idee di pagine di manutenzione che potete utilizzare sul vostro sito WordPress.

Come installare un tema WordPress

Dopo aver seguito le precauzioni di cui sopra, il passo successivo consiste nell’installare il tema che si desidera utilizzare sul proprio sito.

Una volta scelto il tema, è necessario installarlo sul proprio sito WordPress. Per installare un tema WordPress potete utilizzare uno dei 3 metodi seguenti:

  • Utilizzo dell’opzione di ricerca dei temi di WordPress
  • Caricare un tema dalla dashboard di WordPress
  • Installazione di un tema tramite FTP

Per maggiori informazioni, potete consultare la nostra guida per principianti su come installare un tema WordPress.

Esistono migliaia di temi WordPress gratuiti e a pagamento tra cui scegliere. Il fatto che stiate leggendo questo articolo significa che probabilmente avete trovato un tema adatto alle vostre esigenze.

Tuttavia, se non avete ancora scelto un tema, vi consigliamo vivamente i seguenti temi WordPress:

1. Divi

Elegant Themes Divi

Divi è uno dei temi WordPress più popolari sul mercato. È alimentato dal costruttore drag-and-drop Divi, che consente di costruire facilmente qualsiasi tipo di sito web.

Viene fornito con oltre 2000 layout precostituiti e 200 diversi elementi di contenuto. È possibile personalizzare facilmente ogni elemento del sito e vedere le modifiche in tempo reale.

Inoltre, Divi è anche super SEO-friendly e può aiutare il vostro sito a posizionarsi meglio su Google e altri motori di ricerca.

2. SeedProd

SeedProd

SeedProd è il miglior costruttore di temi per WordPress sul mercato, con oltre 1 milione di utenti attivi.

Abbiamo già detto che si può usare per creare una pagina in modalità di manutenzione. Ma potete anche usarlo per creare un tema WordPress personalizzato senza scrivere alcun codice.

SeedProd è dotato di un costruttore drag-and-drop e di oltre 300 modelli progettati professionalmente per iniziare. È possibile personalizzare facilmente il tema con blocchi già pronti, sezioni intelligenti e tag di template WordPress.

Inoltre, mostra un’anteprima in tempo reale di tutte le modifiche sul lato destro dello schermo, in modo da poter vedere come il sito web apparirà agli utenti prima ancora di essere pubblicato.

3. StudioPress Genesis

StudioPress

Genesis è il più popolare framework per temi WordPress realizzato dal team di StudioPress. È possibile creare siti web straordinari utilizzando il framework Genesis e altri temi StudioPress.

Nel caso in cui non lo sappiate, StudioPress fa parte di WP Engine, la più famosa società di hosting WordPress gestito.

La parte migliore è che riceverete 35+ temi StudioPress gratuitamente se vi iscrivete a qualsiasi piano di hosting WP Engine.

4. Astra

Astra WordPress Theme

Astra è un tema WordPress leggero e ottimizzato per la velocità, compatibile con i più diffusi plugin per la creazione di pagine come SeedProd, Beaver Builder, Divi e Visual Composer.

È un tema pronto per la traduzione e la RTL. Permette di avviare il sito web in qualsiasi lingua e di creare un sito web multilingue.

Astra può anche essere integrato con il plugin WooCommerce, in modo da poter creare facilmente un negozio online senza troppi problemi. È anche possibile personalizzare l’intestazione, il piè di pagina, il layout e altro ancora utilizzando il WordPress Theme Customizer.

La cosa che preferiamo di Astra sono i modelli di siti web di partenza. Ha più di 250 opzioni per tutti i tipi di nicchia, tra cui siti web aziendali, negozi online e blog personali.

5. OceanWP

OceanWP

OceanWP è un tema WordPress reattivo e multiuso. Offre diversi modelli dimostrativi costruiti pensando a diverse professioni e aziende.

È compatibile con i principali plugin di page builder. È inoltre possibile utilizzare diverse estensioni per portare il sito a un livello superiore.

Come cambiare il tema di WordPress senza andare in onda

Una volta installato il nuovo tema, si è pronti a cambiare tema.

Tuttavia, è sempre consigliabile testare un tema prima di utilizzarlo sul proprio sito web.

In questo modo, potrete verificare la compatibilità del nuovo tema con i plugin esistenti e assicurarvi che tutto funzioni correttamente.

Ci sono tre modi per cambiare il tema di WordPress senza andare in diretta.

1. Opzione di anteprima dal vivo

Per impostazione predefinita, WordPress consente di visualizzare l’anteprima di un tema sul proprio sito web senza modificarlo.

Per farlo, andate alla pagina AspettoTemi dalla barra laterale dell’amministrazione di WordPress.

In questa pagina vengono visualizzati tutti i temi installati sul sito. Passate il mouse sul tema che desiderate visualizzare in anteprima e fate clic sul pulsante “Anteprima dal vivo”.

View theme live preview

Questo aprirà il nuovo tema nel Theme Customizer di WordPress.

Ora è possibile testare il nuovo tema e assicurarsi che tutto funzioni correttamente.

2. Plugin Theme Switcha

Un’altra opzione è quella di utilizzare il plugin Theme Switcha. Permette di visualizzare l’anteprima del nuovo tema senza attivarlo.

Per prima cosa, è necessario installare e attivare questo plugin gratuito. Per istruzioni dettagliate, consultate la nostra guida passo-passo su come installare un plugin di WordPress.

Dopo l’attivazione, visitate la pagina ImpostazioniCommutazione tema dalla dashboard di WordPress e selezionate la casella accanto all’opzione “Abilita commutazione tema”.

Check Enable theme switching

Una volta fatto ciò, scorrere fino alla fine della pagina per fare clic sul pulsante “Salva modifiche”.

Questo plugin visualizzerà ora tutti i temi installati in fondo a questa pagina.

Available themes displayed

Da qui, è sufficiente fare clic sul nuovo tema per visualizzarne l’anteprima in una nuova scheda del browser web.

3. Testare il tema su un sito di prova

Potete anche testare il vostro tema WordPress senza renderlo live, creando un sito di staging. Questo sito è un clone del vostro sito web live e viene utilizzato per testare eventuali modifiche.

È possibile farlo facilmente utilizzando la funzione di sito di staging integrata del proprio provider di hosting. Per questo tutorial, utilizzeremo Bluehost.

Innanzitutto, è necessario visitare il cPanel di Bluehost e fare clic sul pulsante “I miei siti”. Una volta fatto ciò, passare alla scheda “Plugin” e attivare il plugin Bluehost.

Activating the Bluehost plugin from the Bluehost dashboard

Quindi, visitate la vostra dashboard di WordPress e andate alla pagina Bluehost ” Staging”.

Da qui, fare clic sul pulsante “Create Staging Site” per continuare.

Creating a staging site in Bluehost

Bluehost preparerà ora l’ambiente di staging per voi.

Successivamente, verrà visualizzata la sezione “Staging Site”, dove si dovrà selezionare la casella “Not currently editing”.

Click not currently editing button

Si aprirà un prompt sullo schermo che chiederà di passare al sito di staging.

Da qui, fare clic sul pulsante “Cambia”.

Click switch button

Una volta fatto questo, si può andare alla pagina Aspetto ” Temi dalla dashboard e attivare qualsiasi tema che si desidera testare senza preoccuparsi che influisca sul sito reale.

Poi, una volta che si è soddisfatti del tema, si può semplicemente inviare le modifiche in diretta.

Per maggiori dettagli, potete consultare la nostra guida per principianti su come creare facilmente un ambiente di staging per un sito WordPress.

Activate theme on staging site

Come cambiare il tema di WordPress su un sito live

Dopo aver testato il nuovo tema, è il momento di iniziare il processo di cambio del tema sul vostro sito WordPress.

Per farlo, visitate la pagina AspettoTemi dalla barra laterale dell’amministrazione di WordPress.

Una volta arrivati, basta passare il cursore del mouse sul tema che si desidera utilizzare e poi fare clic sul pulsante “Attiva” per cambiare il tema di WordPress.

Activate theme

Ora è possibile visitare la homepage del sito web per vedere il nuovo tema in azione.

Come cambiare il tema di WordPress manualmente

A volte, un errore può rendere inaccessibile l’area di amministrazione di WordPress. In questo caso, non sarà possibile modificare il tema con il metodo sopra descritto.

Per recuperare il sito web, è necessario ripristinarlo dal backup o risolvere l’errore di WordPress che causa il problema.

Tuttavia, se non si dispone di un backup, è possibile modificare il tema manualmente con l’aiuto di phpMyAdmin.

Questo metodo consente di indicare a WordPress quale tema utilizzare modificando le informazioni nel database.

Per prima cosa, è necessario collegarsi al proprio sito web utilizzando un client FTP e accedere alla cartella /wp-content/themes/.

Uploading a theme using FTP

Qui potrete vedere tutti i temi attualmente installati sul vostro sito web. Se non lo vedete, potete anche installare un tema WordPress tramite FTP.

Successivamente, è necessario annotare il nome della cartella del tema che si desidera utilizzare, perché ne avremo bisogno in seguito.

Dopodiché, accedete al cPanel del vostro account di hosting WordPress. Per questo tutorial, utilizzeremo Bluehost. Tuttavia, il vostro cPanel potrebbe avere un aspetto diverso a seconda del servizio di hosting che utilizzate.

In questa pagina, scorrere fino alla sezione phpMyAdmin e fare clic sul pulsante “Gestisci” accanto ad essa.

Click the manage button next to the phpMyAdmin option

Una volta entrati in phpMyAdmin, vedrete un elenco di database sul lato sinistro dello schermo. Da qui, fate clic sul database che state utilizzando per il vostro sito WordPress.

In questo modo si apriranno tutte le tabelle del database nella colonna destra dello schermo. Ora, fate clic sulla tabella wp_options per aprirla.

Nota: per impostazione predefinita, WordPress utilizza wp_ come prefisso per i nomi delle tabelle. Tuttavia, è possibile avere un prefisso di database diverso, come mostrato nell’immagine.

Select wp_options from the list of tables

Questo aprirà un elenco di altri file memorizzati nella tabella wp_options.

Da qui, è necessario individuare le righe del modello e del foglio di stile nel pannello di destra.

Una volta fatto ciò, fare clic sul link “Modifica” nella riga del modello per aprire l’editor.

Locate template and stylesheet rows

Qui è necessario modificare il valore del campo option_value con il nome del tema che si desidera utilizzare.

Di solito è lo stesso nome della cartella /wp-content/themes/ che avete copiato in precedenza.

Edit template file

Una volta terminato, fare clic sul pulsante “Vai” per salvare le modifiche. Quindi, ripetere la stessa procedura per la riga del foglio di stile.

Dopo aver apportato le modifiche a entrambe le righe, si può andare sul proprio sito web per vedere il nuovo tema in azione.

Edit stylesheet file

Cose da fare dopo aver cambiato il tema

Dopo aver modificato il tema del vostro sito web, dovete occuparvi di alcune cose prima di disattivare la modalità di manutenzione.

Potete consultare la seguente lista di controllo delle cose da fare dopo aver cambiato il tema di WordPress.

1. Testate il vostro sito web

Innanzitutto, è necessario assicurarsi che tutte le funzionalità, i plugin e i widget funzionino correttamente sul sito.

Dovreste investire un po’ di tempo per testare il vostro sito web e controllare diversi aspetti, tra cui i post, la sezione dei commenti, le immagini e il modulo di contatto.

Una volta soddisfatti dell’aspetto e del funzionamento del sito, si può passare alla fase successiva.

2. Compatibilità cross-browser

I browser tendono a mostrare alcune cose in modo diverso.

Per essere sicuri che il vostro sito web venga visualizzato correttamente in tutti i principali browser, dovreste testarlo con diversi browser, tra cui Google Chrome, Firefox, Safari e Internet Explorer.

3. Aggiungere il codice di tracciamento

Dopo aver testato le funzionalità e la compatibilità cross-browser, è necessario aggiungere al sito il codice di monitoraggio di Analytics e AdSense.

È possibile utilizzare il plugin MonsterInsights per aggiungere il codice di monitoraggio di Google Analytics. Questo vi permetterà di impostare correttamente le analisi e di visualizzare le statistiche dettagliate del sito web direttamente nella vostra dashboard di WordPress.

Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida su come installare Google Analytics in WordPress.

Per aggiungere il codice di monitoraggio di Google AdSense, potete leggere la nostra guida su come aggiungere correttamente Google AdSense al vostro sito WordPress.

4. Disattivare la modalità di manutenzione

È ora possibile disattivare la modalità di manutenzione del sito per renderlo operativo.

Se si utilizza il plugin SeedProd, è sufficiente visitare la schermata SeedProd ” Landing Pages dalla dashboard di WordPress e fare clic sulla levetta “Inattivo” per disattivare la modalità di manutenzione.

Deactivate maintenance mode

5. Tempo di caricamento del test

Dopo aver cambiato il tema, si consiglia di utilizzare nuovamente lo strumento IsItWP Website SpeedTest per verificare il tempo di caricamento della homepage.

Quindi, confrontatelo con il tempo di caricamento quando è stato installato il vecchio tema. Se notate differenze significative, potete seguire la nostra guida per migliorare la velocità di WordPress.

6. Monitorare la frequenza di rimbalzo

Dopo aver cambiato tema, è necessario monitorare la frequenza di rimbalzo del sito.

Se il nuovo tema non è facile da usare e difficile da navigare, potrebbe aumentare la frequenza di rimbalzo e allontanare i visitatori dal vostro sito web.

È possibile aggiungere post correlati, widget di post popolari e briciole di pane per ridurre la frequenza di rimbalzo e aumentare le visualizzazioni della pagina.

7. Chiedere un feedback

Potete anche chiedere agli utenti un feedback e suggerimenti su come migliorare il design del sito. Potete utilizzare moduli di indagine o sondaggi online per raccogliere i suggerimenti degli utenti.

Ad esempio, si può utilizzare il feedback degli utenti per aggiungere un sondaggio a due domande sul proprio sito web. Per istruzioni dettagliate, consultate il nostro tutorial su come creare un sondaggio in WordPress.

Potete condividere il nuovo design con i vostri abbonati utilizzando un servizio di email marketing e chiedere loro suggerimenti. Questo vi aiuterà a raccogliere idee su ciò che vorrebbero vedere migliorato.

Bonus: Aggiornare un tema WordPress senza perdere la personalizzazione

Una volta che si è passati a un tema diverso e lo si è personalizzato secondo i propri gusti, si vorrà mantenere quel tema regolarmente aggiornato alle versioni più recenti.

Tuttavia, quando si aggiorna un tema, si possono perdere alcune delle impostazioni di personalizzazione. Ad esempio, si perde tutto il codice aggiunto al file functions.php, al foglio di stile o ai modelli del tema.

Tuttavia, è possibile aggiornare facilmente un tema WordPress senza perdere tutte le personalizzazioni creando un tema figlio.

Questo tema erediterà le funzionalità, le caratteristiche e lo stile del tema padre. È quindi possibile personalizzare il tema figlio senza apportare alcuna modifica a quello originale.

Successivamente, è necessario identificare tutte le modifiche apportate al tema e copiarle nel tema figlio. Il modo più semplice per farlo è confrontare i file del vecchio e del nuovo tema utilizzando software come WinMerge o Kaleidoscope.

Winmerge tool

Una volta apportate le modifiche, è sufficiente esportare le impostazioni del personalizzatore dal tema principale e importarle nel tema figlio.

Dopo aver fatto ciò, è possibile visualizzare un’anteprima delle modifiche apportate nel customizer e fare clic sul pulsante “Salva e pubblica” per rendere effettive le modifiche.

Per istruzioni più dettagliate, consultate il nostro tutorial su come aggiornare un tema WordPress senza perdere la personalizzazione.

Un altro modo per aggiornare il tema senza perdere alcuna personalizzazione è quello di aggiungere sempre il codice personalizzato con WPCode. È il miglior plugin di snippet di codice per WordPress sul mercato che rende super facile e sicuro aggiungere codice personalizzato al vostro sito web.

WPCode - Best WordPress Code Snippets Plugin

Utilizzando questo plugin, non dovrete preoccuparvi di perdere il codice personalizzato nel file functions.php, nei fogli di stile o nei template quando aggiornate il vostro tema.

Questo perché il codice verrà salvato in WPCode e verrà eseguito automaticamente sul vostro sito. Per maggiori dettagli, consultate la nostra recensione completa di WPCode.

Speriamo che questa guida passo passo vi abbia aiutato a modificare correttamente il vostro tema WordPress. Potreste anche consultare la nostra guida per principianti su come utilizzare il personalizzatore di temi di WordPress e la nostra classifica dei plugin WordPress indispensabili per i siti web aziendali.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

36 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Hajjalah says

    Great article. With the help of this guide, I was able to safely change my blog theme from OceanWP theme to Astra theme with ease. I did not lose any website customizations. Only that the footer widget ended up in inactive widgets, so i just copied it and saved it back. Thanks for the useful guide.

  3. Mrteesurez says

    Initially, I used to change theme any way I like and any time I want, although I knew that initial customizations will be remove but I don’t just care because I need to.

    Finding this post gives safe ways to change theme without losing customization.

    Thanks for this post. It’s detailed.

  4. Jiří Vaněk says

    If I have couple of snippets in WPCode, and change theme to new one, do I have these snippets insert to new theme, or WPCode do it instead of me? So its automaticly or not?

    • WPBeginner Support says

      WPCode should insert the code into the new theme, you would want to make sure that the position is still correct in your new theme.

      Admin

      • Jiří Vaněk says

        I understand, so in this context it is much more useful to use WP Code than a child theme, because with the help of the plugin the snippets are portable even by changing the template. Cool.

  5. Moinuddin Waheed says

    Another great how to tutorial for changing any themes to any theme efficiently.
    I have been in dilemma when changing from one wordpress theme to other in the past and I was not aware of all these easy steps to follow.
    Now I can smoothly make transition from one theme to another if needs be.

  6. Ahmed Omar says

    I have been using the same theme for more than 5 years, and I was searching for a new theme.
    the post is very helpful and detailed. specially this part “How to Change WordPress Theme Without Going Live” which I was searching for.

  7. THANKGOD JONATHAN says

    Thank you for this great post.
    Please how do i change my wordpress theme so all my site settings would not change? Settings like footer and header and sitebar.

    • WPBeginner Support says

      It would heavily depend on the theme you are using and the theme you are changing to for what would possibly change. The best recommendation we would have would be to make note of everything in your header and sidebar to make sure you can re-add it in the way your new theme would prefer.

      Admin

      • THANKGOD JONATHAN says

        Thank you for the responding to my question. I really appreciate it. I will take note of this when ever I am changing my theme in the future.

  8. Detra says

    Hi regarding 3. Don’t Lose Any Tracking Code. If I added code with the “code snippets” plugin will they automatically transfer to the new theme?

    • WPBeginner Support says

      You would want to double check with the plugin’s support but normally code added with plugins will remain after the theme change

      Admin

  9. Max says

    Good Day!

    Would the same instructions be followed if I were to switch to the same exact theme? I have a theme but, it was licensed under the designer’s name yet, It was part of my purchase. I’m wanting to purchase another so that it will be licensed under my name and email. Is there a way to only switch the license information or would I need to follow the given instructions?

    • WPBeginner Support says

      In that case, you would want to check with the support for the specific theme and they will let you know if any changes would affect your site or any steps you should take.

      Admin

  10. Daki says

    My website was done by a web developer agency. The theme they made has no update functions. Is this normal? Just written is the author(who are the developer) but no clickable link to take me anywhere.

    • WPBeginner Support says

      If they created a custom theme and didn’t use a different theme as the parent theme, that would be normal.

      Admin

  11. TAMMY says

    I am new to wordpress and bought a theme but its title is on my page instead of MY title to my page. how do i fix this?

    • WPBeginner Support says

      That would depend on your specific theme, if you reach out to your specific theme’s support they should be able to let you know where their setting for that is in their theme.

      Admin

  12. Andy says

    Hi,

    I found this really useful and I’d like to have a try at changing my theme to Astra. But (and I am a complete newbee in case you hadn’t guessed) I’m not sure how. I see and option to download the theme, but as I’m using the free wordpress hosting I don’t know how to install it – or maybe that’s not an option for free hosting. Any help very much appreciated.

    Thanks

  13. Toula Anem says

    Is there any way to switch themes without losing customisation? I want to try a new theme not just preview it, but if I decide to finally use the first one, will it keep my customisation when I activated again?

  14. Clark says

    I’m surprised you didn’t at least mention doing this using a staging or development site. Surely that’s the ‘proper’ way to do anything like this?

    • WPBeginner Support says

      When it’s available, a staging environment would be ideal for this but not all hosts have access to do that for all users.

      Admin

  15. Nick Spaulding says

    Its a great article. And I recommend to go for DIVI because I personally use this theme and DIVI is for all types of websites.

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.