Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Statistiche e quote di mercato del Web Hosting definitivo (2024)

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

State cercando le ultime statistiche sul web hosting e le informazioni sulle quote di mercato?

L’hosting web è una delle parti fondamentali di ogni sito web di successo. Conoscendo il mercato dell’hosting e tutti i principali operatori, potrete scegliere il miglior provider per il vostro sito WordPress.

In questo articolo abbiamo raccolto tonnellate di statistiche sul web hosting e informazioni sulle quote di mercato.

Ultimate web hosting statistics and market share report

Elenco definitivo delle statistiche sull’hosting web

Abbiamo suddiviso questo elenco di tendenze e statistiche del web hosting in diverse categorie. Potete utilizzare i link sottostanti per passare alla sezione che più vi interessa.

Dimensioni del mercato globale dei servizi di web hosting nel 2024

Global web hosting market size statistics
  • Si prevede che il mercato globale del web hosting crescerà fino a 267,10 miliardi di dollari entro il 2028, con un tasso di crescita annuale composto del 18%.
  • Nel 2020, il mercato globale è stato valutato in 75 miliardi di dollari.
  • Il mercato globale del web hosting è stato valutato a 94,64 miliardi di dollari nel 2022.
  • Il mercato mondiale del web hosting ha generato 124,80 miliardi di dollari nel 2023.
  • Entro il 2030, si prevede che lo spazio di web hosting avrà un valore di 395,84 miliardi di dollari.
  • Secondo gli esperti, il numero crescente di piccole e medie imprese è il principale fattore di crescita del settore.
  • Secondo HostAdvice, GoDaddy è il provider di web hosting più popolare, con una quota di mercato del 9,29%. GoDaddy è seguito da Google Cloud Platform (7,03%), Amazon Web Services (4,48%) e IONOS (4,17%).

Che si tratti di un creatore di contenuti, di un’organizzazione no-profit o di un’azienda di web design, ogni organizzazione ha bisogno di un sito web per stabilire una presenza online. Questo significa una grande richiesta di web host.

All’inizio del 2022, infatti, c’erano circa 1,8 miliardi di siti web attivi e oltre 5,1 miliardi di utenti internet.

Se consideriamo le statistiche, ci rendiamo conto che il web hosting è un’industria da un miliardo di dollari, destinata a crescere in futuro.

Per saperne di più su questo argomento, consultate la nostra guida alle ultime statistiche e tendenze sull’utilizzo di Internet.

Quota di mercato del Web Hosting globale nel 2024

A global web hosting network
  • Nel 2020, il settore del web hosting nordamericano è stato valutato a 34,32 miliardi di dollari.
  • Nel 2023, il Nord America deterrà la quota maggiore del mercato globale del web hosting (42%), mentre l’Europa si posizionerà al secondo posto.
  • Gli esperti prevedono che gli Stati Uniti deterranno la quota di mercato più grande fino al 2026, mentre l’Europa sarà al secondo posto.
  • Nel 2023, gli analisti hanno previsto che gli Stati Uniti avrebbero generato i maggiori ricavi da web hosting (45.700,00 milioni di dollari).
  • Si prevede che l’Asia-Pacifico crescerà con il più alto CAGR nel periodo 2023-2030, con un mercato che dovrebbe raggiungere i 2,5 miliardi di dollari entro il 2026.
  • Gli esperti prevedono inoltre che il Medio Oriente e l’Africa registreranno una crescita costante nello spazio del web hosting grazie alla crescente attenzione alla digitalizzazione.
  • Si prevede che la Cina raggiungerà una dimensione di mercato stimata di 6,22 dollari nel 2023 e di 16,9 miliardi di dollari nel 2026, con un CAGR del 18,23% per il periodo 2023-2028.

Si prevede che la regione Asia-Pacifico crescerà rapidamente nel periodo 2024-2030. Secondo gli esperti, ciò è dovuto alla crescente popolarità delle piattaforme online e al miglioramento della connettività nella regione.

Anche i governi hanno investito molto denaro nelle piccole e medie imprese, nelle startup e nelle attività collaterali, alimentando la crescita del web host.

Ad esempio, nel 2019 il governo cinese ha annunciato un investimento speciale di 894 milioni di dollari per le piccole e medie imprese e nel 2020 ha investito 140 milioni di dollari per sviluppare un maggior numero di startup.

Detto questo, ci aspettiamo che il numero di siti web continui a crescere. Investendo così tanto denaro nelle startup e nelle piccole imprese, i governi della regione Asia-Pacifico stanno creando un’enorme domanda di web hosting in queste aree.

Statistiche di registrazione dei domini

Balloons showing different domain extensions
  • Un nome di dominio costa in genere dai 10 ai 15 dollari all’anno, anche se la vendita più costosa riportata pubblicamente è stata quella di cars.com, venduto per 872 milioni di dollari.
  • GoDaddy ha oltre 84 milioni di domini registrati, il che gli conferisce una quota del 25,14% di tutti i domini registrati. Ciò fa di GoDaddy la società di registrazione di domini più popolare al mondo.
  • Namecheap è il concorrente più vicino a GoDaddy, con una quota del 14,25% di tutti i nomi di dominio registrati.
  • Il 37,20% dei domini sono domini di primo livello (TLD).
  • Il dominio .com è utilizzato come dominio di primo livello dal 47,2% di tutti i siti web.

Lascelta del miglior nome di dominio per il vostro sito web è fondamentale e molti siti utilizzano persino un generatore di nomi di dominio per scegliere il dominio perfetto, in modo rapido.

Una volta scelto il dominio, il passo successivo consiste nel registrarlo correttamente.

La buona notizia è che molti dei migliori provider di web hosting sono anche registratori di nomi di dominio, quindi spesso è possibile ottenere un dominio e un hosting dallo stesso provider.

È interessante notare che GoDaddy è sia il provider di web hosting più popolare che la più popolare società di registrazione di domini, il che suggerisce che molte persone scelgono di utilizzare la stessa azienda. Poiché si tratta di una scelta così popolare, ci aspettiamo che in futuro un numero maggiore di società di web hosting offra anche la registrazione di domini.

Se non avete ancora acquistato un nome di dominio, consultate la nostra selezione di esperti delle migliori società di registrazione di domini.

Statistiche sull’hosting condiviso (incluso il costo medio dell’hosting di un sito web)

Shared web hosting
  • I piani dihosting condiviso costano in genere tra i 2,51 e i 4,63 dollari al mese.
  • In media, un piano di hosting condiviso entry-level costa 2,5-3,72 dollari al mese.
  • In genere, si può pensare di pagare tra i 4,63 e i 6,52 dollari al mese per un web hosting condiviso di medio livello.
  • Gli esperti prevedono che il mercato dell’hosting condiviso crescerà con un CAGR del 15% e raggiungerà 72,2 miliardi di dollari entro il 2026.
  • Il 90% dei siti web su un piano di hosting condiviso utilizza GoDaddy.

L’hosting condiviso è il caso in cui più siti web condividono un server. Ospitando più siti sullo stesso server, le società di web hosting possono ridurre i costi e offrire l’hosting a un prezzo inferiore, come dimostrano le statistiche.

Alcuni popolari fornitori di hosting condiviso sono Bluehost, SiteGround, Hostinger, HostGator, DreamHost e InMotion.

Per aiutarvi a decidere se l’hosting condiviso fa al caso vostro, abbiamo pubblicato questa guida sulla vera verità sui migliori servizi di web hosting condiviso.

Statistiche dell’hosting VPS (inclusi i costi di hosting al mese)

A VPS Virtual Private Server
  • In genere si può prevedere di pagare tra 13,41 e 21,89 dollari al mese per l’hosting VPS.
  • L’hosting VPS di livello base costa 13,41-15,57 dollari al mese.
  • Per l’hosting VPS di fascia media, il costo medio è di 21,89-25,17 dollari. Tuttavia, al momento della pubblicazione di queste cifre, i ricercatori hanno sottolineato che la gamma è falsata da un piccolo numero di fornitori di servizi premium.
  • Il 63% dei siti web su un piano di hosting VPS utilizza GoDaddy.

Simile all’hosting condiviso, l’hosting VPS esegue più siti sullo stesso server. Tuttavia, il VPS utilizza una potente tecnologia di virtualizzazione per creare una barriera digitale tra ogni sito. In questo modo i clienti hanno accesso garantito a una percentuale delle risorse del server. Inoltre, hanno un maggiore controllo sulla configurazione del server.

Come possiamo vedere dalle statistiche di web hosting, la flessibilità, la sicurezza e le prestazioni migliorate hanno un costo. In media, anche i piani VPS di base sono notevolmente più costosi dell’hosting condiviso.

Per aiutarvi a scegliere il piano di hosting VPS più adatto al vostro budget, abbiamo creato una guida al miglior hosting VPS.

Statistiche sull’hosting dedicato (incluse le dimensioni del mercato dell’hosting web)

A web hosting server
  • Nel 2021, l’hosting dedicato deteneva il 25,5% del mercato globale dei servizi di web hosting.
  • Per l’hosting dedicato si prevede una crescita dell’11,1% CAGR fino al 2026.
  • GoDaddy è il fornitore di hosting dedicato più popolare. Se consideriamo tutti i siti che notoriamente utilizzano l’hosting dedicato, il 35% di essi utilizza GoDaddy.

L’hosting dedicato è quello in cui un singolo cliente ha accesso privato a un intero server. I piani di hosting dedicato sono utilizzati soprattutto dai grandi siti web che ricevono molti visitatori e che necessitano di un alto livello di prestazioni e sicurezza.

Ipiani dedicati sono costosi, ma non sono l’unico modo per creare un sito web di alto livello e ad alte prestazioni.

Ad esempio, se utilizzate WordPress, ci sono molti modi per aumentarne la velocità e le prestazioni.

Web server software code
  • Nginx è utilizzato dal 34,1% di tutti i siti web di cui si conosce il server web, il che lo rende la tecnologia server più popolare. Alipay, TikTok e Zoom utilizzano tutti Nginx.
  • Il 30,1% di tutti i siti web con un server noto utilizza Apache. Alcuni grandi nomi che utilizzano i servizi di host Apache sono eBay, Spotify, Dropbox e Salesforce.
  • Il 21,6% di tutti i siti web con un server web noto utilizza Cloudflare Server. Tra i siti web più noti che utilizzano Cloudflare Server vi sono il New York Times, Snapchat e Tumblr.

Le statistiche sul web hosting mostrano che oltre il 50% di tutti i siti web utilizza software server open-source.

L’open source offre la libertà di utilizzare, modificare, estendere e ridistribuire il software senza dover pagare nulla. Immediatamente, l’open source aiuta a gestire un sito web a costi inferiori e crea un senso di comunità e collaborazione che va a vantaggio di tutti coloro che utilizzano il software. Detto questo, non sorprende che sia una delle principali tendenze dell’hosting.

Oltre al software server open-source, quasi la metà del web (43%) utilizza il sistema di gestione dei contenuti open-source WordPress. È chiaro che nel 2024 il web mondiale si baserà sull’open source. Per saperne di più, consultate il nostro rapporto sulle quote di mercato di WordPress.

Per maggiori dettagli sull’open source e su WordPress, potete anche consultare le nostre guide sul perché WordPress è gratuito e su quanto costa davvero costruire un sito web con WordPress.

Quota di mercato dell’hosting GoDaddy

The GoDaddy web hosting website
  • Nonostante il nome, il Gruppo GoDaddy possiede diversi provider di web hosting, tra cui Host Europe e Media Template. Se consideriamo l’intero Gruppo GoDaddy, il 3,3% di tutti i siti web utilizza uno dei provider di hosting dell’azienda.
  • GoDaddy è il marchio più popolare del Gruppo. Di tutti i siti che utilizzano il Gruppo GoDaddy, il 78,2% sceglie GoDaddy come host web.
  • Oltre 84 milioni di siti web utilizzano i centri dati di GoDaddy.
  • Se consideriamo i primi 1 milione di siti web in base al traffico, il 2,06% utilizza GoDaddy come provider di hosting.
  • L’1,63% dei primi 100K siti web utilizza GoDaddy, oltre all’1,6% dei primi 10k siti web.

GoDaddy può avere una reputazione contrastante, ma detiene ancora la quota di mercato maggiore e ospita oltre 84 milioni di siti web.

Questo potrebbe essere dovuto a quanto GoDaddy spende in marketing, visto che ha investito oltre 100 milioni di dollari solo nel secondo trimestre del 2022.

Quota di mercato dell’hosting web AWS

The AWS Amazon website
  • Oltre 65 milioni di siti web utilizzano Amazon Web Services come provider di hosting.
  • Alcuni dei clienti più noti di Amazon sono Reddit, Netflix, TikTok, Twitch, Zoom ed eBay, oltre ad Amazon stessa.
  • Tra i primi 1 milione di siti web, il 12% utilizza Amazon come provider.
  • Il 40,59% dei primi 100.000 siti web utilizza AWS, oltre al 52,18% dei primi 10.000 siti web.

Amazon detiene una delle maggiori quote di mercato ed è anche chiaramente il preferito dai siti ad alto traffico.

Questa popolarità potrebbe essere dovuta alla reputazione di Amazon, nota per fornire servizi di cloud computing robusti e scalabili ad alcune delle più grandi aziende del mondo.

Infatti, solo Netflix utilizza oltre 100.000 istanze di server Amazon per fornire video ad alta risoluzione ai propri clienti.

AWS ha 105 zone di disponibilità all’interno di 33 regioni geografiche in tutto il mondo e altre regioni sono in arrivo, tra cui Germania, Malesia, Nuova Zelanda e Tailandia.

Prezzi e statistiche sull’hosting web di Namecheap

The Namecheap web hosting provider
  • Oltre 5 milioni di siti web utilizzano Namecheap come host, ovvero lo 0,7% di tutti i siti web.
  • Tra i primi 1 milione di siti web, lo 0,69% utilizza Namecheap come provider di hosting.

Namecheap è noto soprattutto come società di registrazione di domini, ma è anche un popolare fornitore di hosting, poiché i suoi piani sono molto convenienti.

Ad esempio, i piani di hosting condiviso di Namecheap partono da 2,18 dollari al mese, un prezzo basso se confrontato con la media dell’hosting condiviso di 2,51-4,63 dollari.

Come abbiamo visto in precedenza, Namecheap è anche il secondo registrar di domini più popolare. Per i proprietari di siti web che desiderano acquistare il dominio e l’hosting dalla stessa azienda, Namecheap rappresenta una scelta interessante.

Quota di mercato di Hostinger Web Hosting

The Hostinger web hosting website
  • Oltre 3 milioni di siti web utilizzano Hostinger come provider, ovvero l’1,6% di tutti i siti web.
  • Tra i primi 1 milione di siti web, lo 0,55% utilizza Hostinger come provider di hosting.

Hostinger potrebbe non avere una quota enorme del mercato ad alto traffico, ma ha una fetta significativa del più ampio mercato del web hosting.

Probabilmente perché offre pacchetti di hosting tutto-in-uno a prezzi accessibili, completi di assistenza live chat 24/7, aggiornamenti automatici gestiti, tempi di caricamento rapidi, servizio CDN gratuito e migrazione gratuita del sito. Inoltre, dispongono di un programma di installazione in 1 clic che semplifica l’installazione di WordPress.

Hostinger offre centri dati in tutto il mondo, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Francia, India, Indonesia, Paesi Bassi e altri ancora.

Per uno sguardo dettagliato ai punti di forza e di debolezza di Hostinger, potete consultare la nostra recensione di Hostinger.

WP Engine Group (Statistiche di utilizzo di WordPress gestito)

The WP Engine website
  • Il 2,1% di tutti i siti web utilizza uno dei marchi del Gruppo WP Engine come provider di hosting.
  • L’81,3% di tutti i siti che utilizzano WP Engine Group sceglie WP Engine come provider.
  • Flywheel è utilizzato dal 18,7% di tutti i siti web che utilizzano il gruppo WP Engine.
  • Tra i maggiori clienti di WP Engine Group figurano Indeed, Udemy, SoundCloud e Mozilla.

WP Engine è uno dei principali provider di hosting WordPress gestito al mondo, utilizzato dal 2,1% di tutti i siti web.

Un piano di hosting gestito è perfetto per i proprietari di siti web molto impegnati che vogliono evitare le lunghe attività di amministrazione.

Con le sue caratteristiche di sicurezza avanzate, la protezione contro gli attacchi DDoS e il CDN integrato in collaborazione con MaxCDN, WP Engine è abbastanza potente da supportare grandi aziende come Mozilla e SoundCloud.

Per maggiori informazioni, consultate la nostra recensione di WP Engine.

Statistiche sull’hosting web di HostGator

The HostGator homepage
  • HostGator fa parte del Newfold Digital Group, precedentemente noto come Endurance International Group. HostGator è il provider di web hosting più popolare dell’azienda. Infatti, HostGator è utilizzato dal 27,2% di tutti i siti web che utilizzano un marchio del Newfold Digital Group.
  • HostGator è utilizzato dall’1,1% di tutti i siti web.
  • Oltre 2 milioni di siti si affidano a Hostinger come provider di hosting.

Con l’installazione di WordPress in un solo clic, una garanzia di uptime del 99,9% e un’assistenza 24/7, è facile capire perché HostGator è utilizzato dall’1,1% di tutti i siti web.

L’azienda offre anche piani di hosting condiviso, di Virtual Private Server, di hosting dedicato, di cloud hosting e di hosting WordPress gestito, in modo che i proprietari di siti web possano scegliere il piano più adatto a loro.

Per sapere se HostGator fa al caso vostro, consultate la nostra recensione di HostGator.

Prezzi e statistiche dell’hosting web di Bluehost

Bluehost website
  • AncheBluehost fa parte del Newfold Digital Group ed è il secondo provider di hosting più popolare dell’azienda. Bluehost è utilizzato dal 25% di tutti i siti web che utilizzano un marchio del Newfold Digital Group.
  • Oltre 4 milioni di siti web sono ospitati su Bluehost, pari all’1,0% di tutti i siti web.
  • Tra i primi 1 milione di siti web in base al traffico, solo lo 0,37% utilizza Bluehost.

Bluehost è un provider di hosting conveniente, soprattutto se confrontato con i prezzi medi che abbiamo visto in precedenza.

I lettori di WPBeginner possono ottenere uno sconto del 60% con Bluehost. È possibile acquistare un piano condiviso per soli 1,99 dollari al mese, che si colloca nella fascia bassa della media tra i 2,51 e i 4,63 dollari. Inoltre, viene fornito un nome di dominio gratuito!

Questi prezzi accessibili possono spiegare perché Bluehost è utilizzato da 4 milioni di siti web. Oltre a offrire prezzi bassi, Bluehost è uno dei pochi host ufficialmente raccomandati da WordPress.

Per saperne di più su Bluehost, potete consultare una recensione approfondita di Bluehost da parte dei nostri esperti.

Statistiche dell’hosting Shopify

Shopify website
  • Quasi 6 milioni di siti web utilizzano Shopify come soluzione di hosting.
  • Nel 2020, la quota di mercato di Shopify era solo dell’1,8%, ma ha raggiunto il 5,8% nel 2023. Si tratta di un aumento del 2,4% in soli tre anni.

Shopify è un popolare costruttore di siti web simile a Wix. Shopify ha registrato una rapida crescita, passando da una quota dello 0,4% del mercato del web hosting nel 2016 al 5,8% nel 2023. Questo è probabilmente dovuto alla crescente popolarità dello shopping online, in particolare durante la pandemia COVID-19.

Con i negozi fisici chiusi in tutto il mondo, molte aziende avevano bisogno di creare un negozio online, in fretta. Come piattaforma di e-commerce completamente ospitata, Shopify ha registrato buoni tassi di conversione e molti nuovi clienti durante la pandemia.

Tuttavia, Shopify vi obbliga a utilizzare la sua piattaforma di pagamento Shopify. Se volete utilizzare una soluzione di elaborazione dei pagamenti diversa, dovrete pagare una commissione di transazione aggiuntiva del 2%, che è molto alta rispetto ad altre piattaforme di e-commerce.

Per questo motivo, potremmo assistere a un rallentamento della crescita di Shopify, in quanto i proprietari di negozi iniziano a cercare alternative a Shopify più convenienti. Ad esempio, stiamo iniziando a vedere più persone passare da Shopify a WooCommerce.

Statistiche dell’hosting web Squarespace

The Squarespace CMS
  • Oltre 5 milioni di siti web utilizzano Squarespace come soluzione di hosting, il che significa che il 2,1% di tutti i siti web utilizza Squarespace.
  • Se consideriamo il milione di siti in base al traffico, lo 0,55% di essi utilizza Squarespace.
  • Lo 0,87% dei primi 100k siti web utilizza Squarespace, più l’1,67% dei primi 10k siti.

Come per Shopify, la quota di mercato di Squarespace è cresciuta molto rapidamente. Nel 2016, Squarespace deteneva solo lo 0,3% del mercato, ma nel 2023 aveva il 2,1%.

Nonostante ciò, oggi solo una piccola percentuale dei primi 1 milione di siti utilizza Squarespace. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che Squarespace obbliga i clienti a utilizzare il suo costruttore drag-and-drop integrato, che può essere restrittivo.

Le grandi organizzazioni sono più propense a scegliere un piano di hosting flessibile e un sistema di gestione dei contenuti (CMS) open-source, come WordPress, piuttosto che una soluzione ospitata e un builder web restrittivo.

Per maggiori informazioni, potete consultare la nostra guida su Square vs. WordPress – quale è meglio?

Fonti:

Internet Live Stats, Internet World Stats, GoDaddy, Global Industry Analysts, Fortune Business Insights, W3Techs, Statista, BuiltWith, Domain Name Stat, AWS, HostAdvice.

Ci auguriamo che questo rapporto definitivo sulle statistiche del web hosting e sulle quote di mercato vi aiuti a trovare il miglior provider di hosting per il vostro sito web. Potreste anche voler consultare le nostre ricerche sulle ultime statistiche di blogging e sulle nuove tendenze e statistiche di marketing.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

3 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Moinuddin Waheed says

    well researched and indepth analysis of web hosting and related stats.
    Given the stats and market share of the hosting business, it feels like one must start online business aspa without wasting time any further.
    I really appreciate the efforts for making such an insightful research article on this topic, I am curious to know what all the research tools and sources you use for this carrying out such research?

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.