Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Come eseguire i test di divisione A/B in WordPress (passo dopo passo)

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

Volete eseguire split test A/B sul vostro sito WordPress per migliorare le conversioni?

Lo split testing aiuta a capire come piccoli cambiamenti nei contenuti e nel design influenzino il comportamento degli utenti. È possibile creare diverse versioni di una landing page e vedere quale converte meglio.

In questo articolo vi mostreremo come eseguire facilmente gli split test A/B in WordPress.

How to do A/B split testing in WordPress

Che cos’è il test di divisione A/B?

L’A/B split testing è una tecnica che consente di confrontare due versioni della stessa pagina web tra loro, in modo da determinare quella che ha prestazioni migliori e produce i risultati migliori.

Gli esperti di marketing utilizzano spesso gli split test A/B per le loro landing page, per scoprire quale di esse ottiene più conversioni e vendite.

Lo split testing può essere utilizzato per testare qualsiasi elemento della pagina, compresi i pulsanti di chiamata all’azione, gli schemi di colore, le modifiche al layout, il testo di marketing, le immagini e altro ancora.

In pratica, si mostrano diverse varianti di una pagina al pubblico. Poi si tiene traccia del coinvolgimento degli utenti e delle conversioni per scoprire quale variante dà i risultati migliori.

Split testing explained

Come eseguire test parziali A/B in WordPress

Prima di procedere, sono necessari alcuni elementi per questa esercitazione.

In precedenza, Google Optimize era uno strumento gratuito che molti utilizzavano per gli split test. Tuttavia, Google Optimize è scaduto il 30 settembre 2023. Google ha annunciato che investirà nell’A/B testing in Google Analytics 4, l’ultima versione della famosa piattaforma di analisi.

Ciò significa che se prima si utilizzava Google Optimize, non è più possibile accedere agli esperimenti, alle personalizzazioni e ai dati storici. Quando aprite il vostro account, vedrete un messaggio in alto che indica che lo strumento è ormai tramontato.

Fortunatamente, esistono altri semplici metodi per effettuare test A/B in WordPress. Si tratta di ottime alternative a Google Optimize, perché sono più facili da usare e aiutano a condurre esperimenti in WordPress. Fate semplicemente clic sui link sottostanti per passare al metodo che preferite:

Metodo 1: Test A/B in WordPress con Thrive Optimize

Thrive Optimize fa parte della suite Thrive Theme e consente di eseguire esperimenti e split test in WordPress.

Poiché Google Optimize non è più disponibile, Thrive Optimize è un’ottima alternativa per condurre test A/B. Offre più funzioni e non è necessario inserire un codice per eseguire uno split test. Offre più funzioni e non è necessario inserire un codice per eseguire uno split test. Inoltre, mantiene al sicuro i dati degli esperimenti.

Tenete presente che potrete utilizzare Thrive Optimize solo se utilizzate anche il plugin page builder Thrive Architect.

Per prima cosa, è necessario visitare il sito web di Thrive Themes e registrare un account.

Thrive Theme

Dopo aver creato un account, è possibile scaricare il plugin Thrive Product Manager dall’area del proprio account.

Successivamente, è necessario installare e attivare il plugin Thrive Product Manager. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida su come installare un plugin di WordPress.

Da qui, potete andare alla pagina Product Manager dalla vostra dashboard di WordPress e fare clic sul pulsante “Accedi al mio account”.

Go to Thrive product manager

Nella schermata successiva, vedrete diversi prodotti Thrive Theme.

Da qui, è necessario installare Thrive Optimize e Thrive Architect. È sufficiente selezionare le opzioni “Installa prodotto” e fare clic sul pulsante “Installa prodotti selezionati” in basso.

Install thrive optimize and thrive architect

Se i prodotti non si attivano automaticamente, è necessario tornare alla pagina Product Manager dalla dashboard di WordPress e attivare Thrive Architect e Thrive Optimize.

Una volta installato il plugin, dovrebbe apparire un messaggio di successo.

View success message

Successivamente, dovrete accedere a Thrive Dashboard ” Thrive Optimize dal pannello di amministrazione di WordPress.

Successivamente, è possibile aggiungere una nuova pagina andando su Pagine ” Aggiungi nuovo dal pannello di amministrazione di WordPress. Una volta entrati nell’editor di contenuti, è sufficiente fare clic sul pulsante “Avvia Thrive Architect”.

Edit with Thrive Architect

Successivamente, Thrive Architect vi chiederà che tipo di pagina desiderate creare.

È possibile creare una pagina normale, una pagina vuota con intestazione e piè di pagina, una pagina completamente vuota o selezionare una landing page precostituita. Per questa esercitazione, selezioneremo l’opzione “Pagina di destinazione precostituita”.

Select the type of page you want to create

Ci sono molti modelli di pagine di destinazione precostituite tra cui scegliere. Basta selezionarne uno e modificare la pagina.

Per maggiori dettagli su come modificare la pagina con Thrive Architect, potete consultare la nostra guida su come progettare landing page in WordPress.

Select landing page template

Nel costruttore di pagine Thrive Architect, nel pannello di destra è presente un’opzione di A/B testing.

Fare clic sull’icona “A/B”.

Click split testing icon

Successivamente, è possibile creare diverse varianti per la pagina per lo split test.

Si consiglia di fare clic sul pulsante “Duplica questa variante” per la pagina di controllo. In questo modo si creerà un clone della pagina principale, evitando di dover creare nuovamente la pagina di destinazione da zero.

Create a duplicate variation

Ora vedrete una variante duplicata della vostra pagina di destinazione.

Fare clic sul pulsante “Modifica variante” per apportare le modifiche.

Edit your variation

Successivamente, è possibile modificare la pagina di destinazione per effettuare lo split-test di diversi elementi.

Ad esempio, cambieremo il colore del pulsante di invito all’azione (CTA). Una volta terminato, basta fare clic sul pulsante “Salva lavoro” in basso.

Make changes to variation

A questo punto, è possibile fare clic sul pulsante ‘A/B’ dal pannello a sinistra per tornare alla dashboard dei test A/B.

Inoltre, Thrive Architect consente di suddividere il traffico per ogni variante. È sufficiente utilizzare le levette in basso per assegnare la quantità di traffico a ciascuna pagina.

Una volta terminato, fare clic sull’opzione “Set Up & Start A/B Test”.

Set up and start A/B test

Si aprirà una finestra popup.

Inserite un nome per il vostro split test e una breve descrizione. È inoltre possibile attivare l’opzione “Abilita le impostazioni automatiche del vincitore” e impostare le condizioni per scegliere un chiaro vincitore, nonché la durata dell’esecuzione del test A/B da parte di Thrive Optimize.

Starting your A/B test

Dopodiché, è sufficiente fare clic sul pulsante “Avanti”.

Ora è possibile selezionare un obiettivo per il test. Ci sono 3 opzioni, che includono le entrate, la visita alla pagina dell’obiettivo e l’abbonamento. Dopo aver scelto un obiettivo, si può fare clic sul pulsante “Avvia test A/B”.

Select a goal for the test

Per questa esercitazione, selezioneremo l’obiettivo “Abbonamento” per il nostro test.

Successivamente, sarete reindirizzati all’editor di contenuti di WordPress. È possibile scorrere verso il basso fino alla meta-box “Thrive Optimize – A/B Test Overview” e vedere le 2 varianti.

Non è necessario fare altro. Il plugin testerà entrambe le varianti e mostrerà la vincitrice.

View Thrive Optimize metabox

Per visualizzare l’andamento delle variazioni, è possibile fare clic sull’opzione “Visualizza dettagli del test” nel riquadro dei meta.

Qui è possibile vedere le conversioni nel tempo per ogni variante e vedere anche qual è la variante di controllo. È inoltre possibile interrompere il test e scegliere il vincitore.

View split test results

Metodo 2: Test A/B in WordPress con Nelio AB Testing (gratuito)

Se cercate una soluzione gratuita per eseguire test A/B sul vostro sito WordPress, potete utilizzare Nelio AB Testing.

Anche se la versione gratuita non è così potente come Thrive Optimize, avrete a disposizione le funzioni di base per condurre esperimenti sul vostro sito web. Ad esempio, è possibile testare i titoli, creare due versioni diverse di una pagina per testarle e altro ancora.

Tuttavia, se siete alla ricerca di un costruttore visuale e di opzioni aggiuntive come l’assegnazione di pesi a ciascuna variante nell’esperimento, vi consigliamo di utilizzare il primo metodo.

Per iniziare, è necessario installare e attivare il plugin Nelio AB Testing. Se avete bisogno di aiuto, consultate la nostra guida su come installare un plugin di WordPress.

Dopo l’attivazione, è possibile accedere a Nelio A/B Testing dalla dashboard di WordPress. Da qui, fate clic sulla casella di controllo per accettare i termini di servizio e l’informativa sulla privacy del plugin, quindi fate clic sul pulsante “Continua”.

Accept Nelio testing terms of service

Dopodiché, si accederà alla pagina Neilo A/B Testing ” Tests nel pannello di amministrazione di WordPress.

Fare clic sul pulsante “Aggiungi test”.

Add a new test

Successivamente, verranno visualizzate le opzioni per effettuare i test sul proprio sito web. Ad esempio, il plugin consente di eseguire split test su pagine, post, titoli, widget, menu, temi, JavaScript, CSS e altro ancora.

Per questo tutorial, selezioneremo l’opzione “Titolo” e faremo lo split-test di alcuni titoli per un post del blog.

Choose test type

Successivamente, è possibile inserire un titolo per il test nella parte superiore.

Da qui si apre la sezione Controllo versione e varianti. Per prima cosa, è possibile fare clic sul menu a discesa e scegliere il titolo di un post. Questa sarà la versione di controllo (contrassegnata con A).

Enter test title and select post

Successivamente, è possibile scorrere verso il basso e inserire i dettagli di una variante (contrassegnata con B).

Questa sarà la nuova headline da testare rispetto a quella già attiva.

Enter variant details for testing

Dopodiché, si può scorrere fino alla sezione Obiettivi di conversione e azioni. Si noterà che il plugin utilizzerà l’obiettivo predefinito per questo tipo di esperimento. In questo caso, misurerà le visualizzazioni della pagina con un nuovo titolo.

Tuttavia, è possibile definire i propri obiettivi per altri tipi di esperimenti. Ad esempio, se si vuole testare una pagina, si può scegliere se misurare le visualizzazioni della pagina, i clic, i clic su link esterni, la riproduzione di video di YouTube o scegliere un evento personalizzato.

Select conversion goal and action

Il plugin consente anche di creare una segmentazione e di restringere il pubblico del test. Tuttavia, questa funzione è disponibile solo per gli utenti premium ed è necessario sottoscrivere un piano a pagamento.

Dopo aver impostato gli obiettivi di conversione, è possibile fare clic sul pulsante “Avvia” in alto per avviare i test A/B.

Select goal and start the test

Il plugin Nelio A/B Testing condurrà ora l’esperimento.

Per interrompere l’esperimento, si può andare alla pagina Nelio A/B Testing ” Test e cliccare sul link ‘Stop’ sotto il test.

Stop your test

È inoltre possibile fare clic sull’opzione “Visualizza risultati” per vedere quale variante sta ottenendo i risultati migliori.

Il plugin vi aiuterà a selezionare un vincitore e a mostrare le conversioni per ogni variante.

View test results

Suggerimenti per l’esecuzione di test A/B in WordPress

Quando si tratta di effettuare split test sul vostro sito web, ecco alcuni consigli per condurre gli esperimenti nel modo giusto:

  • Decidere un obiettivo – Dovrete innanzitutto decidere quale caratteristica volete testare e qual è l’obiettivo finale. Un buon punto di partenza è lo studio del vostro pubblico e delle sue esigenze. Potete anche ottenere un feedback dagli utenti per capire cosa stanno cercando e quindi effettuare uno split test degli elementi del vostro sito per aumentare le conversioni.
  • Mantenere gli esperimenti semplici – In genere è una buona idea creare solo 2 versioni di landing page, annunci, testi e altri elementi. In questo modo è più facile confrontare quale variante sta dando i risultati migliori.
  • Documentare i risultati dello split test – Dopo aver condotto con successo un esperimento, è necessario documentare i risultati. In questo modo, avrete dati preziosi da consultare in futuro e potrete vedere facilmente cosa ha funzionato sul vostro sito.

Ci auguriamo che questo articolo vi abbia aiutato a capire come effettuare gli split test A/B in WordPress. Potreste anche voler consultare la nostra guida al monitoraggio delle conversioni su WordPress reso semplice e come creare una newsletter via e-mail nel modo giusto.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

8 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Jiří Vaněk says

    So far, I’ve only used A/B testing on campaigns using Optin Monster. Thank you for this article where again I learned a lot more about this form of testing. These articles are often new to me and help me learn new things and methods. Thanks wpbeginner.

  3. Paula Hedges says

    I can see myself using this A/B split testing as I prepare my new focus website to push for more followers and eventually convert to buyers. Thank you for all the useful information that always leads me to read suggested articles. May the learning never end!

  4. Mrteesurez says

    I still need to learn more about this A/B testing of things, sometimes one need to know what works and what’s not. What convert and what does not convert.

    I am checking out Thrive Optimize.

  5. THANKGOD JONATHAN says

    I get it. Recently I have been hearing about A/B testing when I was searching for Email software and I was clueless what it mean but it is now clear to me. Help post once again. I will definately bookmark it.

  6. Sysamic says

    A/B Split testing is one of the fine methods to test the maximum outreach of the call to action button employed on an image, webpage or website.

    You explained very well.

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.