Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Cosa, perché e come delle chiavi di sicurezza di WordPress

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

Secondo la nostra esperienza, la sicurezza di WordPress è una delle cose che più importano quando si gestisce un sito web. E le chiavi di sicurezza di WordPress ne sono una parte essenziale.

WordPress utilizza le chiavi di sicurezza per proteggere il vostro sito web dai tentativi di hacking. È possibile utilizzarle in modo più efficiente per migliorare la sicurezza di WordPress.

In questo articolo parleremo di cosa sono le chiavi e i sali di sicurezza di WordPress e perché dovreste usarli.

WordPress security keys guide for beginners

Cosa sono le chiavi di sicurezza e le SALT di WordPress?

Le chiavi di sicurezza di WordPress sono uno strumento di crittografia che protegge le informazioni di accesso rendendole più difficili da decifrare.

Queste chiavi si comportano come chiavi reali e vengono utilizzate per bloccare e sbloccare informazioni crittografate come le password, mantenendo il vostro sito WordPress al sicuro.

WordPress security keys diagram

Ecco come funziona.

In pratica, quando ci si accede a un sito web WordPress, le informazioni vengono memorizzate sui cookie del computer. Ciò consente di continuare a lavorare sul sito web senza dover effettuare l’accesso ogni volta che si carica una pagina.

Tutte le informazioni vengono memorizzate in modulo criptato, convertendole in una stringa di caratteri alfanumerici e speciali. Questi dati criptati possono essere tradotti utilizzando le chiavi di sicurezza di WordPress. Senza le chiavi, questi dati sono quasi impossibili da decifrare.

Il sito WordPress genera automaticamente queste chiavi di sicurezza e le memorizza nel file di configurazione di WordPress (wp-config.php).

Ci sono in totale quattro chiavi di sicurezza:

  • CHIAVE DI AUTORIZZAZIONE
  • CHIAVE_AUTENTICA_SICURA
  • CHIAVE D’ACCESSO
  • NONCE_KEY

Oltre alle chiavi di sicurezza di WordPress, troverete anche le seguenti SALT.

  • AUTH_SALT
  • SECURE_AUTH_SALT
  • LOGGED_IN_SALT
  • NONCE_SALT

I sali aggiungono informazioni supplementari alle informazioni crittografate, fornendo un ulteriore livello di sicurezza per i dati crittografati.

Perché utilizzare le chiavi di sicurezza di WordPress?

Le chiavi di sicurezza di WordPress proteggono il sito web dai tentativi di hacking rendendo sicure le password.

Ad esempio, una normale password di medio livello può essere facilmente violata con attacchi di forza bruta.

D’altra parte, una stringa di password come “7C17bd5b44d6c9c37c01468b20d89c35e576914c289f98685941accddf67bf32b49” richiede anni per essere decifrata senza conoscere le chiavi di sicurezza.

Ecco perché non bisogna mai condividere le chiavi di sicurezza di WordPress con nessuno e proteggerle come si fa normalmente con le informazioni sensibili online.

Tenendo conto di ciò, vediamo come utilizzare le chiavi di sicurezza di WordPress per mantenere protetto il vostro sito WordPress.

Come utilizzare le chiavi di sicurezza di WordPress?

In genere, non è necessario fare nulla di più poiché, nella maggior parte dei casi, WordPress genera e utilizza automaticamente le chiavi di sicurezza e i sali su ogni nuova installazione di WordPress.

È possibile visualizzare le chiavi e i sali di sicurezza di WordPress utilizzando un client FTP o l’applicazione File Manager nel pannello di controllo del proprio account di hosting WordPress.

È sufficiente collegarsi al sito web e aprire il file wp-config.php. Al suo interno, vedrete definite le chiavi di sicurezza di WordPress.

Security keys WordPress configuration file

Tuttavia, a seconda dell’installazione iniziale di WordPress, il sito web potrebbe non avere alcuna chiave di sicurezza definita.

Se le vostre chiavi di sicurezza sono vuote, non preoccupatevi. Potete facilmente aggiungerle manualmente andando alla pagina del Generatore di chiavi di sicurezza di WordPress per generare un nuovo set di chiavi.

WordPress security key generator

Quindi, copiare e incollare queste chiavi nel file wp-config.php e il gioco è fatto.

È possibile utilizzare lo stesso metodo per eliminare le chiavi di sicurezza di WordPress attuali e sostituirle con nuove chiavi.

Nota: quando si sostituiscono le chiavi di sicurezza, tutti gli utenti saranno costretti a ripetere l’accesso, il che è ottimo per la sicurezza.

Rigenerare le chiavi di sicurezza di WordPress con un plugin

Se si sospetta che il sito web sia stato violato, è necessario rigenerare le chiavi di sicurezza di WordPress e modificare le password.

È possibile copiare e incollare manualmente le nuove chiavi di sicurezza, come indicato sopra. Tuttavia, è anche possibile utilizzare un plugin. In questo modo è possibile impostare un programma per rigenerare automaticamente le chiavi di sicurezza in modo normale.

Suggerimento dell’esperto: pensate che il vostro sito web sia stato violato? Ripristinate la vostra tranquillità con il nostro servizio di riparazione dei siti violati. Affidatevi al nostro team di esperti che saprà gestire le complessità tecniche per rimettere in funzione il vostro sito.

1. Aggiornare le chiavi di sicurezza di WordPress con Sucuri

Il modo più semplice per rigenerare automaticamente le chiavi di sicurezza di WordPress è utilizzare Sucuri. Si tratta di uno dei migliori plugin per la sicurezza di WordPress presenti sul mercato, che protegge il vostro sito web da minacce comuni.

Per iniziare, la prima cosa da fare è installare e attivare il plugin Sucuri Security. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida passo passo su come installare un plugin per WordPress.

Dopo l’attivazione, si dovrà visitare la pagina “Impostazioni” di Sucuri Security e passare alla scheda “Post-Hack”.

Update security keys using Sucuri

Da qui è sufficiente cliccare sul pulsante “Genera nuove chiavi di sicurezza” nella sezione “Aggiorna chiavi segrete”.

Nota: la rigenerazione di nuove chiavi di sicurezza comporta la disconnessione dall’area di amministrazione di WordPress e sarà necessario effettuare nuovamente l’accesso.

Regenerate security keys

Dopodiché, visitate la pagina “Impostazioni” di Sucuri Security e passate nuovamente alla scheda “Post-Hack”.

Nella sezione Chiavi di sicurezza, abilitare l'”Aggiornamento automatico delle chiavi segrete” scegliendo una frequenza (giornaliera, settimanale, mensile, annuale). Quindi, fare clic sul pulsante di invio.

Automatically update security keys

Sucuri ora reimposta automaticamente le chiavi di sicurezza di WordPress in base alla frequenza scelta.

2. Aggiornare le chiavi di sicurezza di WordPress con Salt Shaker

Questo metodo è destinato agli utenti che non utilizzano Sucuri e hanno bisogno di automatizzare la rigenerazione delle chiavi di sicurezza.

Per prima cosa, è necessario installare e attivare il plugin Salt Shaker. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida passo passo su come installare un plugin di WordPress.

Dopo l’attivazione, è necessario visitare la pagina Strumenti ” Salt Shaker per configurare le impostazioni del plugin.

Update security keys with Salt Shaker

Da qui è possibile impostare un programma per generare automaticamente le chiavi di sicurezza. È anche possibile fare clic sul pulsante “Modifica ora” per rigenerare immediatamente le chiavi di sicurezza.

Speriamo che questo articolo vi abbia aiutato a capire le chiavi di sicurezza di WordPress e come utilizzarle. Potreste anche voler consultare la nostra guida su come correggere l’errore di connessione sicura in WordPress o la nostra scelta dei migliori plugin firewall per WordPress.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

28 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Mrteesurez says

    I am just hearing ‘SALT’ here in this post, what’s the difference between SALT and KEY ?
    Can I just update those keys even if I didn’t suspect any hack attempt ?
    If yes, when often should it be changed ?? Thanks.

    • WPBeginner Support says

      It depends on your personal preference but they can be as changed as often as weekly or once a quarter depending on how much you would like to focus on changing them.

      Admin

  3. Jiří Vaněk says

    Regarding security keys, I encountered an issue when migrating the website to a new database. Even after changing the connection in the wp-config.php file, WordPress refused to connect to the new DB, reporting an ‘establishing error.’ Eventually, I had to delete the old wp-config.php, upload a new one from the installation package, re-enter the connection to the new database, and then everything worked fine. It seems that the keys in the wp-config.php file were the culprit.

    • WPBeginner Support says

      We do not have a specific recommended refresh time at the moment other than after a hack on your site at a minimum.

      Admin

  4. Bjornen Nilsson says

    Hi,

    QUESTION »
    Will it affect anything besides “extreme” increased security if one has the web browser set to delete all history, temp, cookies etc. every time it is shut down AND if one changes the SALT in wp-config after logging out each time?

    Thanks!

  5. shanderman says

    Hi,
    I have 2 url product,for 1 product.like this:

    example.com/?product=product-name
    example.com/product/product-name/

    why? how should i fix it? please help me.

    • WPBeginner Support says

      Hi shanderman,

      Please visit Settings » Permalinks page to make sure that your WordPress site is using SEO friendly URLs.

      After that view your website’s source code and make sure that it is showing the URL format that you like.

      The ugly URL structure will still work in WordPress if you typed it in the browser. However, your product’s canonical URL will be the one you choose on the permalinks settings page. This is the URLs that search engines will follow and index.

      Admin

  6. sam says

    I am a beginner to WordPress , i have a doubt how those keys make the WordPress secure ? i want to know the actual role and working of the keys ?

  7. Kishan Dalsania says

    What is the actual benefit of these using the keys in config.php. Can you define how it will work to prevent the hackers?

  8. kOoLiNuS says

    Just a quick question… Why do you suggest to:

    We recommend that you use that rather than inventing your own.

    Instead of the latter? Have you got some links that dig this approach?
    Thank you in advance!

    • MichealKennedy says

      Was just gonna ask “why don’t they just automatically generate these for you?” but you answered it ;)

  9. Riese F says

    Appreciate this information and quickly updated my files. My concern is the same as Ricks’ from April in that if my wp-config.php file is hacked then these keys are available to whomever is looking at them correct? But then I thought that if my wp file is hacked and someone other than me is looking at them I am already in trouble…

    Any precaution is better than just hoping for the best though! Thank you for your work and efforts.

  10. Keith Davis says

    Hi
    Thanks for a short and informative post.
    I notice that in your example there are four secret keys.
    There appear to be more secret keys in WordPress 3.0 – can these be added to previous versions of WordPress?

  11. Rick says

    Um, so does this change your admin password or what? I don’t understand what this does? Maybe that’s because I’m not a hacker. But, if this is just stored in your config.php file, wouldn’t it be way easier for a hacker just to hack into your ftp site and nab this security key out of the config file?

    I want my WordPress sites to be more secure, but I just don’t understand what this is preventing?

  12. Jack says

    Nicely said. The directions are pretty easy, but I think the security and safety is understated in the documentation. Thanks for spelling it out and making the web a safer place.

  13. gabrielle says

    if you develop multiple wordpress sites do you create a security key for each one or use the same one on all of them?

  14. Konstantin says

    While you’re adt it:
    Why not define the salt constants and save yourself some database queries?!

    It should look like this:

    define('AUTH_SALT', 'put your unique phrase here');
    define('SECURE_AUTH_SALT', 'put your unique phrase here');
    define('LOGGED_IN_SALT', 'put your unique phrase here');
    define('NONCE_SALT', 'put your unique phrase here');

    This article from Digging into WordPress explains the advantages of this practice.

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.