Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Come utilizzare l’editor a blocchi di WordPress (esercitazione su Gutenberg)

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

L’editor di blocchi di WordPress è l’editor predefinito per scrivere contenuti e modificare il sito.

È stato introdotto nel 2019 con il soprannome di Gutenberg e ha sostituito il vecchio editor classico.

L’editor di blocchi offre un modo facile e intuitivo per creare contenuti e modificare il vostro sito WordPress.

In questo tutorial vi mostreremo come utilizzare l’editor di blocchi di WordPress e come padroneggiarlo per creare post e pagine di blog di grande impatto visivo.

How to use the WordPress block editor

Qual è la differenza tra l’editor a blocchi (Gutenberg) e l’editor classico?

Prima di immergerci nell’editor di blocchi, confrontiamo e comprendiamo le differenze tra l’editor di blocchi di Gutenberg e il vecchio editor classico.

Ecco come appariva l’editor classico di WordPress:

Older classic editor in WordPress

Aveva un editor di testo con alcune opzioni di formattazione di base. La funzionalità e l’aspetto visivo erano piuttosto limitati.

Questo è l’aspetto dell’editor di blocchi in WordPress:

WordPress block editor aka Gutenberg

Come potete vedere, si tratta di due editor completamente diversi per la creazione di contenuti in WordPress.

Il vecchio editor classico era un editor di testo con pulsanti di formattazione simili a quelli di Microsoft Word.

Il nuovo editor utilizza un approccio diverso, chiamato “blocchi” (da qui il nome Block Editor).

I blocchi sono elementi di contenuto che si possono aggiungere alla schermata di modifica per creare layout. Ogni elemento aggiunto al post o alla pagina è un blocco.

Ad esempio, è possibile aggiungere blocchi per paragrafi, immagini, video, gallerie, audio, elenchi e altro ancora. Esistono blocchi per tutti gli elementi di contenuto più comuni e altri possono essere aggiunti dai plugin di WordPress.

In che modo l’editor a blocchi di WordPress è migliore dell’editor classico?

L’editor di blocchi di WordPress offre un modo semplice per aggiungere diversi tipi di contenuti ai post e alle pagine.

Ad esempio, in precedenza, se si voleva aggiungere una tabella al contenuto utilizzando l’editor classico, era necessario un plugin separato per le tabelle.

Con l’editor di blocchi, è possibile aggiungere semplicemente un blocco di tabella, selezionare le colonne e le righe e iniziare ad aggiungere contenuti.

Table block example

È possibile spostare gli elementi di contenuto in alto e in basso, modificarli come singoli blocchi e creare facilmente contenuti ricchi di contenuti multimediali.

Soprattutto, l’editor di blocchi di WordPress è facile da usare e da imparare.

Questo offre un immenso vantaggio a tutti i principianti di WordPress che stanno avviando il loro primo blog o costruendo un sito web aziendale fai-da-te.

Detto questo, vediamo come usare l’editor di blocchi di WordPress come un professionista per creare grandi contenuti.

Ecco cosa tratteremo in questo tutorial su Gutenberg:

Pronti? Immergiamoci.

Video tutorial

Subscribe to WPBeginner

Se preferite le istruzioni scritte, continuate a leggere.

Utilizzo di Gutenberg – L’editor a blocchi di WordPress

L’editor di blocchi è stato progettato per essere intuitivo e flessibile. Pur avendo un aspetto diverso dal vecchio editor di WordPress, continua a fare tutte le cose che si potevano fare nell’editor classico.

Cominciamo con le cose fondamentali che si facevano nell’editor classico e come si fanno nell’editor dei blocchi.

Creare un nuovo post o una nuova pagina del blog usando l’editor a blocchi

Inizierete a creare un nuovo post o una nuova pagina del blog come fareste normalmente. Basta fare clic sul menu Posts ” Add New Post (Aggiungi nuovo post) nell’amministrazione di WordPress. Se state creando una pagina, andate invece al menu Pagine ” Aggiungi nuovo “.

Add new post in WordPress

In questo modo si avvia l’editor di blocchi.

Come aggiungere un blocco nell’Editor blocchi

Il primo blocco di ogni post o pagina è il titolo.

È possibile utilizzare il mouse per spostarsi sotto il titolo o premere il tasto Tab sulla tastiera per spostare il cursore verso il basso e iniziare a scrivere.

The title block

Per impostazione predefinita, il blocco successivo è un blocco Paragrafo. Ciò consente agli utenti di iniziare subito a scrivere.

Tuttavia, se si desidera aggiungere qualcosa di diverso, è possibile fare clic sul pulsante Aggiungi nuovo blocco [+] nell’angolo in alto a sinistra dell’editor, sotto un blocco esistente o a destra di un blocco.

Add new block buttons

Facendo clic sul pulsante si visualizza il menu Aggiungi blocco, con una barra di ricerca in alto e i blocchi più usati in basso.

È possibile fare clic sulle schede per sfogliare le categorie di blocchi o digitare una parola chiave per cercare rapidamente un blocco specifico.

Add new block animation

Se non si desidera utilizzare il mouse per fare clic sul pulsante, è possibile utilizzare una scorciatoia da tastiera.

Iniziare digitando / per cercare un blocco e poi inserirlo premendo il tasto Invio sulla tastiera.

Add new block using keyboard shortcut command

Lavorare con i blocchi nel nuovo editor

Ogni blocco è dotato di una propria barra degli strumenti che appare in cima al blocco. I pulsanti della barra degli strumenti cambiano a seconda del blocco che si sta modificando.

Ad esempio, nella schermata sottostante, stiamo lavorando su un blocco Paragraph che mostra i pulsanti di formattazione di base come l’allineamento del testo, il grassetto, il corsivo, l’inserimento di un link e altre opzioni disponibili nel menu a tre punti.

Block toolbar

Oltre alla barra degli strumenti, ogni blocco può avere le proprie impostazioni, che appaiono nella colonna destra della schermata di modifica.

Queste impostazioni variano a seconda del blocco che si sta modificando. Ad esempio, il blocco Paragrafo consente di modificare il colore del testo, dello sfondo e dei collegamenti, nonché la tipografia.

Additional block settings in the side column

È possibile spostare i blocchi in alto e in basso e riorganizzarli.

Per farlo, è sufficiente fare clic per trascinare o rilasciare o fare clic sui pulsanti su e giù nella barra degli strumenti del blocco.

Correlato: Consultate la nostra guida su come rimuovere un blocco in WordPress.

Organizzare i blocchi in gruppi e colonne

L’editor di blocchi è inoltre dotato di strumenti utili per gestire e organizzare i layout dei contenuti.

È possibile selezionare più blocchi facendo clic su di essi e premendo il tasto Maiusc sulla tastiera.

Transform blocks in Groups or Columns

Successivamente, fare clic sul pulsante del tipo di blocco nella barra degli strumenti per trasformare i blocchi selezionati in Gruppi o Colonne.

È quindi possibile applicare gli stili all’intero blocco del gruppo, ad esempio modificando l’allineamento o la spaziatura.

Style group blocks

L’editor dei blocchi consente anche di aggiungere un blocco Gruppo o Colonne vuoto.

Dopodiché, è possibile riempirli con altri blocchi.

Adding a columns block in WordPress

È possibile aggiungere qualsiasi tipo di blocco in ogni colonna, a seconda delle necessità.

Questo permette di creare bellissimi layout per diversi casi d’uso.

Colums block settings

Salvare e riutilizzare i blocchi in Gutenberg

Uno degli aspetti migliori dell’uso dei blocchi è che possono essere salvati e riutilizzati. Questo è particolarmente utile per i proprietari di siti web e i blogger che hanno spesso bisogno di aggiungere snippet di contenuto specifici ai loro articoli o pagine.

È sufficiente fare clic sul pulsante del menu situato nell’angolo destro della barra degli strumenti di ciascun blocco. Dal menu, selezionare l’opzione “Crea modello”.

Create reusable block pattern

Nota: è possibile utilizzare interi gruppi e colonne come blocchi riutilizzabili. In questo modo è possibile salvare intere sezioni e utilizzarle quando necessario.

Si aprirà una finestra a comparsa in cui si dovrà fornire un nome a questo modello. Può essere qualsiasi cosa che aiuti a identificarlo facilmente quando lo si vuole riutilizzare.

È poi possibile scegliere le categorie. In questo modo è possibile ordinare i modelli in modo organizzato.

Create pattern

Quindi, fare clic sul pulsante “Crea” per salvare il modello. WordPress salverà il modello con tutti i blocchi al suo interno.

Per riutilizzare il modello, è sufficiente modificare il post o la pagina in cui si desidera aggiungerlo.

Quindi, fare clic sul pulsante [+] Aggiungi blocco o utilizzare la scorciatoia da tastiera / . È possibile trovare il modello digitando il nome che gli è stato assegnato.

Insert pattern

I modelli consentono ai proprietari di siti di aggiungere facilmente elementi di uso comune ai loro layout, come inviti all’azione, pulsanti per i social media, banner e altro ancora.

Il tema o i plugin di WordPress possono essere dotati di modelli propri oppure si possono trovare modelli creati da altri nella libreria dei modelli di blocchi di WordPress.

Se avete bisogno di ulteriore aiuto, abbiamo una guida separata su come trovare e utilizzare i modelli di blocchi WordPress per i principianti.

Pubblicazione e gestione delle opzioni nell’editor di blocchi di Gutenberg

Ogni post di WordPress contiene molti metadati. Questi includono informazioni come la data di pubblicazione, le categorie e i tag, le immagini in evidenza e altro ancora.

Tutte queste opzioni sono ordinatamente collocate nella colonna di destra della schermata dell’editor.

Post and page settings in block editor

Opzioni dei plugin in Gutenberg

I plugin di WordPress possono sfruttare le API dell’editor di blocchi per integrare le loro impostazioni nella schermata di modifica.

Alcuni plugin popolari sono dotati di blocchi propri.

Ad esempio, WPForms, il miglior plugin per la creazione di moduli per WordPress, consente di aggiungere moduli ai contenuti utilizzando un blocco.

WPForms block example

Anche altri plugin di WordPress possono aggiungere le loro impostazioni alla schermata dell’editor di blocchi.

Ad esempio, ecco come All in One SEO per WordPress consente di modificare le impostazioni SEO nella parte inferiore dell’editor di blocco:

All in One SEO settings example

Allo stesso modo, se gestite un negozio online utilizzando WooCommerce, noterete che anche questo ha i suoi blocchi.

Questi blocchi consentono di aggiungere i prodotti a qualsiasi post e pagina di WordPress.

WooCommerce blocks in block editor

Aggiunta di alcuni blocchi comuni nell’editor di blocchi

In pratica, l’editor di blocchi può fare tutto ciò che faceva il vecchio editor classico.

Tuttavia, le operazioni saranno più rapide ed eleganti di prima. Inoltre, è in grado di fare molto di più, come ad esempio consentire lo stile dei contenuti con una serie di opzioni senza codice.

Ecco alcuni dei blocchi più comuni che si possono utilizzare.

1. Aggiungere un’immagine nell’editor di blocchi di WordPress

Nell’editor di blocchi di WordPress è disponibile un blocco immagine pronto all’uso. È sufficiente aggiungere il blocco e caricare un file immagine o selezionarlo dalla libreria multimediale.

Adding image block in WordPress

È anche possibile trascinare le immagini dal computer e l’editor creerà automaticamente un blocco immagine.

Una volta aggiunta un’immagine, sarà possibile visualizzare le impostazioni del blocco, dove è possibile aggiungere metadati per l’immagine, come il testo alt, le dimensioni della risoluzione dell’immagine e l’aggiunta di un link all’immagine.

Image block settings in WordPress

Per maggiori informazioni, date un’occhiata al nostro tutorial su come aggiungere immagini in WordPress.

2. Aggiunta di un collegamento nell’Editor blocchi

L’editor di blocchi è dotato di diversi blocchi in cui è possibile aggiungere testo. Il più usato è il blocco Paragraph, che ha un pulsante di inserimento link nella barra degli strumenti.

Anche tutti gli altri blocchi di testo comunemente utilizzati hanno un pulsante di collegamento nella barra degli strumenti.

Add link block editor WordPress

È anche possibile inserire un collegamento utilizzando la scorciatoia da tastiera: Command + K per Mac e CTRL + K per Windows.

3. Aggiunta di una galleria di immagini in Gutenberg

Il blocco Galleria funziona come il blocco Immagine. Si aggiunge e poi si caricano o si selezionano i file immagine.

Gallery block example

Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida sulla creazione di una galleria di immagini in WordPress.

4. Aggiunta di shortcode nei post di WordPress con Gutenberg

Tutti i codici brevi funzioneranno come nell’editor classico. È possibile aggiungerli semplicemente a un blocco Paragrafo o utilizzare il blocco Shortcode.

Shortcode block in the block editor

Esplorazione di altri blocchi di contenuto nell’Editor blocchi

L’editor Gutenberg ha promesso di risolvere alcuni annosi problemi di usabilità di WordPress introducendo alcuni nuovi blocchi.

Di seguito sono riportati alcuni dei preferiti che riteniamo siano di grande utilità per gli utenti.

1. Aggiungere un’immagine accanto a un testo in WordPress

Con il vecchio editor, molti utenti non potevano inserire un’immagine accanto al testo. Ora è possibile farlo con il blocco Media e testo.

Media and text block

Questo semplice blocco è composto da due blocchi affiancati, che consentono di aggiungere facilmente un’immagine con del testo accanto.

2. Aggiunta di un pulsante nei post e nelle pagine di WordPress

L’aggiunta di un pulsante ai post o alle pagine del blog era un’altra seccatura del vecchio editor. Si doveva usare un plugin che creava uno shortcode per il pulsante, oppure si doveva passare alla modalità HTML e scrivere il codice.

Fortunatamente, Gutenberg è dotato di un blocco Button che consente di aggiungere rapidamente un pulsante a qualsiasi post o pagina.

Buttons in block editor

È possibile aggiungere un link per il pulsante, cambiare i colori e altro ancora. Per maggiori dettagli, consultate il nostro articolo su come aggiungere facilmente pulsanti in WordPress.

3. Aggiungere belle immagini di copertina nei post del blog e nelle landing page

Un’altra funzione interessante da provare è il blocco Copertina, che consente di aggiungere immagini di copertina o sfondi colorati ai post e alle pagine.

L’immagine di copertina è un’immagine più ampia, spesso utilizzata per una nuova sezione di una pagina o per l’inizio di una storia. Ha un bell’aspetto e consente di creare layout di contenuti accattivanti.

È sufficiente aggiungere un blocco Cover e caricare l’immagine che si desidera utilizzare. È possibile scegliere un colore di sovrapposizione per la copertina o renderla un’immagine di sfondo fissa per creare un effetto di parallasse quando gli utenti scorrono la pagina.

Cover block

Per maggiori dettagli, consultate il nostro articolo sulla differenza tra immagini di copertina e immagini in primo piano in WordPress.

4. Creare tabelle all’interno degli articoli

L’editor classico non aveva un pulsante per aggiungere tabelle ai post di WordPress. Era necessario utilizzare un plugin o creare una tabella scrivendo CSS e HTML personalizzati.

Ora, l’editor dei blocchi ha un blocco Tabella predefinito, che rende super facile aggiungere tabelle ai post e alle pagine. È sufficiente aggiungere il blocco e selezionare il numero di colonne e righe che si desidera inserire.

Table block example

Ora è possibile iniziare ad aggiungere dati alle righe della tabella. È sempre possibile aggiungere altre righe e colonne, se necessario, e sono disponibili due opzioni di stile di base.

5. Creare contenuti a più colonne

Lacreazione di contenuti a più colonne era un altro problema che l’editor classico non gestiva affatto.

Fortunatamente, l’editor dei blocchi consente di aggiungere un blocco Colonne, che in pratica aggiunge due colonne di blocchi di paragrafi.

Multi column contet block

Questo blocco colonna è molto flessibile. È possibile aggiungere fino a 6 colonne in una riga e persino utilizzare altri blocchi all’interno di ciascuna colonna.

Suggerimenti per utilizzare Gutenberg come un professionista

Guardando l’editor di blocchi, ci si può chiedere se si passerà più tempo ad aggiungere e regolare blocchi che a creare contenuti veri e propri.

Ebbene, l’editor di blocchi è incredibilmente veloce e anche un uso molto elementare per qualche minuto vi permetterà di aggiungere istantaneamente blocchi senza nemmeno pensarci.

Ben presto vi renderete conto di quanto sarà più veloce il vostro flusso di lavoro con questo approccio.

Ecco alcuni suggerimenti per i power user che vi aiuteranno a lavorare ancora più velocemente con l’editor di blocchi di WordPress.

1. Spostare la barra degli strumenti del blocco in alto

Nelle schermate precedenti si sarà notato che c’è una barra degli strumenti che appare in cima a ogni blocco. È possibile spostare questa barra degli strumenti nella parte superiore dell’editor.

È sufficiente fare clic sul pulsante con i tre punti nell’angolo superiore destro dello schermo e selezionare l’opzione “Barra degli strumenti superiore”.

Move block toolbar to the top

2. Utilizzare le scorciatoie da tastiera

Gutenberg è dotato di diverse comode scorciatoie che renderanno il vostro flusso di lavoro ancora più rapido e semplice. La prima che dovreste iniziare a usare subito è la scorciatoia /.

È sufficiente inserire /, iniziare a digitare e l’editor mostrerà i blocchi corrispondenti che si possono aggiungere immediatamente.

Per ulteriori scorciatoie, fare clic sul menu a tre punti nell’angolo superiore destro dello schermo e selezionare “Scorciatoie da tastiera”.

Use keyboard shortcuts in block editor

Verrà visualizzato un popup con un elenco di tutte le scorciatoie da tastiera utilizzabili. L’elenco conterrà scorciatoie diverse per gli utenti Windows e Mac.

3. Trascinare e rilasciare i media per creare automaticamente i blocchi multimediali

Gutenberg consente di trascinare e rilasciare i file in qualsiasi punto dello schermo e creerà automaticamente un blocco per voi.

Ad esempio, è possibile rilasciare una singola immagine o un file video e il blocco verrà creato per voi. In alternativa, si possono rilasciare più file immagine per creare un blocco Galleria.

Drag ad drop file uploads in block editor

4. Aggiunta di YouTube, Twitter, Vimeo e altri allegati

L’editor di blocchi facilita l’inserimento di contenuti di terze parti nei contenuti di WordPress. Sono disponibili blocchi per tutti i servizi di terze parti più diffusi.

Embed blocks


Tuttavia, è sufficiente copiare e incollare l’URL di incorporamento in qualsiasi punto per creare automaticamente un blocco.

Ad esempio, se si aggiunge l’URL di un video di YouTube, viene creato automaticamente un blocco di incorporamento di YouTube e viene visualizzato il video.

YouTube embed in block editor

L’opzione di incorporamento predefinita non funziona per gli incorporamenti di Facebook e Instagram, ma esiste una soluzione. Consultate il nostro articolo su come incorporare i post di Facebook e Instagram in WordPress.

Aggiunta di altri blocchi all’editor di blocchi di Gutenberg in WordPress

L’editor di blocchi di WordPress consente agli sviluppatori di creare i propri blocchi. Esistono ottimi plugin per WordPress che offrono pacchetti di blocchi per il nuovo editor.

Eccone alcuni:

1. Blocchi Spectra WordPress Gutenberg

Spectra blocks

Spectra WordPress Gutenberg Blocks è una libreria di blocchi con molti blocchi avanzati che aiutano ad aggiungere più elementi di design ai contenuti.

Creato dai creatori del popolare tema Astra per WordPress, Spectra vi aiuta a creare bellissimi design senza scrivere alcun codice.

Per ulteriori informazioni, consultate la nostra recensione completa di Spectra.

2. Blocchi PublishPress

PublishPress blocks

PublishPress Blocks è un’altra potente libreria di blocchi che viene fornita con blocchi aggiuntivi per estendere l’editor di blocchi di Gutenberg.

Include bellissime opzioni di layout, cursori, pulsanti, icone, gallerie di immagini, mappe, schede, testimonianze, fisarmoniche e altro ancora.

3. Impilabili – Blocchi Gutenberg

Stackable blocks

Stackable – Gutenberg Blocks è una raccolta di blocchi Gutenberg dal design accattivante che potete utilizzare sul vostro sito web. Include blocchi per il contenitore, i post, la griglia delle caratteristiche, la fisarmonica, il riquadro delle immagini, l’elenco delle icone, la chiamata all’azione e altro ancora.

Domande frequenti su Gutenberg – L’editor a blocchi di WordPress

Da quando Gutenberg è diventato l’editor predefinito di WordPress, abbiamo ricevuto molte domande su come utilizzarlo. Ecco le risposte ad alcune delle domande più frequenti sull’editor a blocchi.

1. Cosa succede ai miei vecchi post e pagine nell’editor di blocco? Posso ancora modificarli?

I vecchi post e le vecchie pagine sono completamente al sicuro e non sono influenzati dall’editor di blocco. È ancora possibile modificarli e l’editor li aprirà automaticamente in un blocco contenente l’editor classico.

Convert to blocks

È possibile modificarli all’interno del vecchio editor, oppure convertire gli articoli più vecchi in blocchi e utilizzare l’editor di blocchi.

2. Posso continuare a usare il vecchio editor?

Sì, è possibile continuare a utilizzare il vecchio editor. È sufficiente installare e attivare il plugin Classic Editor.

Dopo l’attivazione, verrà disabilitato l’editor di blocchi e si potrà continuare a usare l’editor classico.

Si noti che l’editor classico sarà supportato fino al 2024. Sarebbe meglio iniziare a usare l’editor di blocchi ora, in modo da familiarizzare con esso.

3. Cosa devo fare se l’editor di blocchi non funziona con un plugin o un tema che sto usando?

Il Progetto Gutenberg è stato in fase di sviluppo per molto tempo. Questo ha dato agli autori di plugin e temi tutto il tempo necessario per testare la compatibilità del loro codice.

Tuttavia, c’è ancora la possibilità che alcuni plugin e temi non funzionino bene con l’editor a blocchi. In questo caso, è possibile installare il plugin Classic Editor, richiedere allo sviluppatore di aggiungere il supporto per Gutenberg o semplicemente trovare un plugin o un tema alternativo.

4. Come posso imparare altri trucchi e suggerimenti per Gutenberg?

WPBeginner è il posto migliore per conoscere l’editor a blocchi di WordPress. Siamo il più grande sito di risorse per WordPress su Internet.

Pubblicheremo nuovi articoli e aggiorneremo le nostre vecchie risorse per aiutarvi a padroneggiare l’editor di blocchi.

Nel frattempo, se avete domande, non esitate a contattarci lasciando un commento o utilizzando il modulo di contatto sul nostro sito web.

5. Problemi con Gutenberg?

Se state riscontrando problemi con l’editor di blocchi di WordPress, abbiamo creato una rapida guida alla risoluzione dei problemi con tutti i più comuni problemi dell’editor di blocchi di WordPress che gli utenti incontrano e come risolverli.

Speriamo che questo tutorial su Gutenberg vi abbia aiutato a imparare a usare l’editor di blocchi di WordPress. Potreste anche voler consultare la nostra guida completa alle prestazioni di WordPress per migliorare la velocità del vostro sito web o dare un’occhiata al nostro confronto dei migliori servizi di email marketing per le piccole imprese.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

224 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Gin says

    I write my posts in my computer first. Once done I copy it all to the Editor BUT I have to cut and paste each paragraph, into a paragraph block. Is there a way I can copy and paste an article and it ends automatically within ‘blocks’?

  3. Sunil Suresh says

    Wonderful article. I learnt quite a lot about the Gutenberg block editor from your article.

    One question: What is the difference between a “pattern” and a “reusable block”? They both seem to be very similar. When would one use one over the other?

    • WPBeginner Comments says

      A pattern is a template you can copy and then edit separately each time to use it, whereas a reusable block allows you to change the reusable block and all instances then will update to match.

  4. Melissa says

    I really don’t know what I’m doing wrong, for some reason the website I’m working on, doesn’t look the same as the website that you can search for. I’m so clueless and really struggling. How does the published site look so different to site I’m still busy editing? I’m so confused…

    • WPBeginner Support says

      There are a few possible reasons, if your theme adds many customizations to the design then it could be some confusion from your theme but if you mean your changes are not being applied then it is likely a caching issue.

      Admin

  5. Jiří Vaněk says

    I still think, and am convinced, that Gutenberg does not have the same quality as many external builders. The single and huge advantage of Gutenberg is that it is free and native to the system. And since WordPress itself announced a major improvement of the editor itself, I’m trying to learn to work with Gutenberg, which I didn’t really like from the beginning. These videos help me a lot. I just hope that such work pays off and that one day Gutenberg will be as simple as Seed Prod or Elementor.

  6. Ahmed Omar says

    actually I am using classic editor which is great for me.
    butvi found that some plugins are not working with it.
    so, I had to change to block editor which is new for me.
    I am following the video step by step which make it easy
    thank you

  7. Annabelle Franklin says

    All I want is something that’s easy to use. The Classic editor has always allowed me to do things easily, e.g. copy and paste text from Word, without needing plugins that are only available to self-hosted sites.

    • WPBeginner Support says

      There is a learning curve when anything changes but we hope as the block editor improves you find it more useful :)

      Admin

  8. Annabelle Franklin says

    Does the Block Editor only work better than the Classic for self-hosted blogs? I can’t afford to pay for a site, and before I start using it I want to make sure it works at least as well as the Classic for people who don’t pay for their WordPress blog.

    • WPBeginner Support says

      It would depend on if there was something that you specifically wanted from the classic editor. If you are just starting out and don’t have experience with either editor then we would recommend using the block editor.

      Admin

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.