Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Come spostare WordPress su un nuovo host o server senza tempi di inattività

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

Avete intenzione di spostare il vostro sito WordPress su una nuova società di hosting o su un server diverso?

Il rischio maggiore quando si cambia web hosting o si migra un sito web su un nuovo server è la perdita di dati e i tempi di inattività.

In questo tutorial passo dopo passo, vi mostreremo come migrare in modo sicuro il vostro sito WordPress su un nuovo host senza alcun tempo di inattività. Risponderemo anche alle domande più frequenti sul trasferimento di un sito WordPress a un nuovo provider di hosting.

Migrating WordPress from one host to another

Importante: prima di iniziare, vogliamo farvi sapere che molte società di hosting WordPress offrono un servizio di migrazione gratuito. Potrebbe non essere indicato sul loro sito web, quindi non dovete fare altro che chiedere. Di solito è gratuito, ma alcuni potrebbero richiedere un piccolo contributo.

Detto questo, vediamo i passaggi da seguire per spostare WordPress su un nuovo server di hosting (senza tempi di inattività):

Pronti? Iniziamo.

Passo 1: Scegliere il nuovo host WordPress

Se siete bloccati con un host web lento anche dopo aver ottimizzato la velocità e le prestazioni di WordPress, allora è il momento di spostare il vostro sito WordPress su un nuovo host in grado di gestire il vostro traffico crescente.

Quando si cerca un nuovo provider di hosting WordPress, è importante scegliere con cura per non dover cambiare di nuovo fornitore in tempi brevi.

Ecco chi raccomandiamo:

  • Per un hosting condiviso affidabile, consigliamo di scegliere Bluehost. È ufficialmente raccomandato da WordPress.org. Utilizzando il nostro coupon Bluehost, gli utenti di WPBeginner possono usufruire di uno sconto fino al 61% e di un nome di dominio gratuito.
  • Per un hosting condiviso più veloce, consigliamo Hostinger. È una delle migliori società di hosting WordPress e offre server più veloci con un’assistenza clienti eccezionale.
  • Se siete alla ricerca di hosting cloud o di provider specifici per una determinata località, vi consigliamo di dare un’occhiata a SiteGround. Dispone di centri dati in tre diversi continenti.
  • Se state cercando un hosting WordPress gestito, vi consigliamo di dare un’occhiata a WP Engine. È il fornitore migliore e più conosciuto del settore.

Dopo aver acquistato il nuovo hosting, NON installate WordPress. Lo faremo in una fase successiva.

Per il momento, il nuovo account di web hosting dovrebbe essere vuoto, senza file o cartelle nella directory principale.

Fase 2: Impostazione di Duplicator per una facile migrazione

La prima cosa da fare è installare e attivare il plugin Duplicator sul sito web che si desidera spostare. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida passo passo su come installare un plugin di WordPress.

Duplicator è il miglior plugin per la migrazione di WordPress sul mercato. È dotato di backup automatici programmati, supporto per il cloud storage, ripristino in un clic e migrazioni intelligenti.

Nota: Duplicator ha anche una versione gratuita chiamata Duplicator Lite. Può essere utilizzata per spostare il vostro sito web, ma ha funzioni limitate rispetto alla versione pro.

Una volta installato e attivato Duplicator, andate alla pagina Duplicator ” Pacchetti nell’area di amministrazione di WordPress.

Successivamente, è necessario fare clic sul pulsante “Crea nuovo” nell’angolo in alto a destra.

Make new Duplicator package

In questo modo si avvia la procedura guidata di backup di Duplicator.

Nella schermata successiva, è possibile fornire un nome opzionale per il backup o semplicemente fare clic sul pulsante “Avanti” per continuare.

Duplicator package creation

Successivamente, Duplicator scansiona il sistema per assicurarsi che tutto sia in ordine per preparare il pacchetto.

Assicuratevi che i risultati della scansione siano corretti (tutto dovrebbe essere “Buono”) e quindi fate clic sul pulsante “Costruisci”.

Duplicator scan

Il processo potrebbe richiedere alcuni minuti, quindi lasciate la scheda aperta mentre il plugin svolge il suo lavoro.

Una volta completato il processo, verranno visualizzate le opzioni di download per il programma di installazione e per l’archivio. È necessario fare clic sul pulsante “Download” e selezionare “Entrambi i file”.

Download Duplicator migration files

Il file di archivio è una copia del vostro sito web completo, mentre il file di installazione automatizza il processo di installazione.

Passo 3: Importare il sito WordPress nel nuovo host

Dopo aver scaricato i file dell’archivio e del programma di installazione, il passo successivo è caricarli sul nuovo host web.

È possibile farlo collegandosi al nuovo host Web tramite FTP.

Se non l’avete mai fatto prima, date un’occhiata alla nostra guida per principianti sul caricamento di file via FTP su WordPress.

Normalmente, quando si collega il client FTP, si inserisce il nome di dominio del sito web come host.

Tuttavia, poiché il nome di dominio punta ancora al vecchio host, è necessario connettersi inserendo l’indirizzo IP o il nome host del server.

Potete trovare queste informazioni nella dashboard del pannello di controllo del vostro nuovo account di hosting.

Server IP address

Se non riuscite a trovare queste informazioni, potete chiedere assistenza alla vostra nuova società di web hosting, che vi aiuterà.

Utilizzando il client FTP, è necessario caricare sia il file installer.php sia il file .zip dell’archivio nella directory principale del sito web.

Di solito si tratta della cartella /username/public_html/.

Anche in questo caso, se non siete sicuri, chiedete alla vostra società di web hosting.

Assicuratevi che la vostra directory principale sia completamente vuota. Alcune società di web hosting installano automaticamente WordPress al momento dell’iscrizione.

Se WordPress è installato nella directory principale, è necessario prima eliminare WordPress.

Una volta fatto ciò, è necessario caricare sia il file zip dell’archivio sia il file installer.php nella directory principale del sito.

Passo 4: modificare il file Hosts per prevenire i tempi di inattività

Una volta caricati entrambi i file sul nuovo host, è necessario accedere al file installer.php in un browser.

Normalmente, si può accedere a questo file utilizzando un URL come questo:

http://www.example.com/installer.php

Tuttavia, questo URL vi porterà al vostro vecchio host web e riceverete un errore 404. Questo perché il nome di dominio punta ancora al vecchio host web.

Normalmente, altri tutorial potrebbero dirvi di cambiare il nameserver del vostro dominio e farlo puntare alla nuova società di hosting, ma è sbagliato.

Se lo fate ora, i vostri visitatori vedranno un sito web non funzionante durante la migrazione.

Vi mostreremo come potete accedere temporaneamente al vostro nuovo sito sul vostro computer senza influenzare il vostro vecchio sito.

Questo viene fatto con il file hosts del computer.

Il file hosts può essere utilizzato per mappare i nomi di dominio a indirizzi IP specifici. In altre parole, consente di ingannare il computer facendogli credere che il sito web sia spostato anche se non lo è.

Vediamo come aggiungere una voce per il vostro nome di dominio nel file hosts in modo che punti alla vostra nuova società di hosting.

Queste modifiche vi permetteranno di accedere ai file sul nuovo host utilizzando il vostro nome di dominio, mentre il resto del mondo continuerà ad accedere al vostro sito dal vecchio host. Questo garantisce il 100% di uptime.

La prima cosa da fare è trovare l’indirizzo IP del vostro nuovo server di web hosting.

Per trovarlo, è necessario accedere alla dashboard di cPanel e fare clic sul link Espandi statistiche nella barra laterale di sinistra. L’indirizzo del vostro server sarà elencato come “Indirizzo IP condiviso”.

Ad esempio, su Hostinger, troverete l’indirizzo IP del vostro server sotto i dettagli del vostro piano di hosting.

Hostinger server IP

Se si utilizza un PC Windows, è necessario aprire l’applicazione Blocco note con i privilegi di amministratore.

È sufficiente fare clic sul pulsante “Start” e cercare l’applicazione Notepad. Fare clic con il tasto destro del mouse sull’icona del Blocco note e selezionare “Esegui come amministratore”.

Run Notepad as administrator

Verrà visualizzato un prompt UAC di Windows e sarà necessario fare clic su “Sì” per avviare Notepad con i privilegi di amministratore.

Nella schermata del Blocco note, andare su File ” Apri e spostarsi nella cartella C:\Windows\System32\drivers\etc. Da questa cartella, selezionare il file hosts e aprirlo.

Se si utilizza un Mac, è necessario aprire l’applicazione Terminale e inserire questo comando per modificare il file hosts:

sudo nano /private/etc/hosts

Sia per gli utenti Windows che per quelli Mac, nella parte inferiore del file hosts è necessario inserire l’indirizzo IP copiato e poi il nome del dominio. In questo modo:

192.168.1.22 www.example.com

Assicuratevi di sostituire l’indirizzo IP con quello copiato da cPanel e example.com con il vostro nome di dominio.

Al termine, salvare le modifiche.

Ora è possibile accedere ai propri file sul nuovo host utilizzando il nome di dominio sul proprio computer.

Importante: Non dimenticate di annullare le modifiche apportate al file hosts al termine della migrazione (passaggio 6).

Passo 5: Creare il database MySQL sul nuovo host

Prima di eseguire il programma di installazione sul nuovo host, è necessario creare un database MySQL sul nuovo account di hosting. Se avete già creato un database MySQL, potete passare alla fase successiva.

Creare un database in cPanel

Accedete al cruscotto del vostro nuovo account di hosting, scorrete fino alla sezione Database e fate clic sull’icona “Database MySQL”.

Verrà visualizzato un campo per la creazione di un nuovo database.

Inserite un nome per il vostro database e fate clic sul pulsante “Crea database”.

Create database

Dopo aver creato il database MySQL, è necessario scorrere verso il basso fino alla sezione Utenti MySQL.

Quindi, fornire un nome utente e una password per il nuovo utente e fare clic sul pulsante “Crea utente”.

Create database username and password

Successivamente, è necessario aggiungere questo utente al database. Questo darà al nome utente appena creato tutti i permessi per lavorare su quel database.

È possibile farlo scorrendo verso il basso fino alla sezione “Aggiungi utente a un database”. È sufficiente selezionare l’utente del database creato dal menu a discesa accanto all’utente, quindi selezionare il database e fare clic sul pulsante “Aggiungi”.

Add user to database

Il database è ora pronto per essere utilizzato con WordPress. Assicuratevi di annotare il nome del database, il nome utente e la password. Queste informazioni vi serviranno nella fase successiva.

Fase 6: avvio del processo di migrazione del Duplicatore

Ora siamo pronti a eseguire il programma di installazione. Navigate al seguente indirizzo nella finestra del browser, sostituendo example.com con il nome del vostro dominio:

http://www.example.com/installer.php

Duplicator installer

Il programma di installazione eseguirà alcuni test e mostrerà “Pass” accanto ai test di archivio e di convalida.

È necessario selezionare la casella di controllo dei termini e delle condizioni e continuare facendo clic sul pulsante “Avanti”.

A questo punto, vi verrà chiesto di inserire l’host MySQL, il nome del database, il nome utente e la password.

L’host sarà probabilmente localhost. Dopodiché, si inseriranno i dettagli del database creato nel passaggio precedente.

Enter database details

Successivamente, il Duplicatore deve verificare di potersi connettere al database e di poter eseguire l’installazione.

Fare clic sul pulsante “Convalida” in basso per continuare.

Validate database information

Se Duplicator riesce a connettersi, i risultati del test vengono visualizzati come Pass.

A questo punto è possibile selezionare la casella di controllo dei termini e delle avvertenze e fare clic sul pulsante “Avanti”.

Accept terms and continue

Fare clic sul pulsante “Avanti” per continuare.

Duplicator importerà ora il database di WordPress dallo zip dell’archivio nel nuovo database.

Successivamente, verrà richiesto di aggiornare l’URL o il percorso del sito. Poiché non si cambiano i nomi di dominio, NON è necessario modificare nulla in questo punto.

È sufficiente fare clic sul pulsante “Avanti” per continuare.

Duplicator eseguirà i passaggi finali e mostrerà il pulsante di accesso.

Duplicator migration finished

Ora potete accedere al vostro sito WordPress sul nuovo host per verificare che tutto funzioni come previsto.

Passo 7: aggiornare i server dei nomi di dominio (DNS)

A questo punto, avete creato una copia completa del database e dei file di WordPress sul nuovo server di hosting, ma il vostro dominio punta ancora al vecchio account di web hosting.

Per aggiornare il dominio, è necessario cambiare i server dei nomi DNS. In questo modo si garantisce che gli utenti vengano indirizzati alla nuova posizione del sito web quando digitano il dominio nel loro browser.

Se avete registrato il dominio con il vostro provider di hosting, è meglio trasferire il dominio a un nuovo host.

D’altra parte, se si utilizza una società di registrazione di domini come Domain.com, GoDaddy o Network Solutions, è necessario aggiornare i server dei nomi.

Sono necessarie le informazioni sul server dei nomi DNS del nuovo host Web. Di solito si tratta di un paio di URL che assomigliano a questo:

ns1.hostname.com
ns2.hostname.com

In questa guida vi mostreremo come cambiare i server DNS con GoDaddy.

Per altri provider di hosting, date un’occhiata alla nostra guida sulla modifica dei nameserver dei domini.

A seconda della società di registrazione del dominio o dell’host Web, le schermate possono apparire diverse. Tuttavia, il concetto di base è lo stesso.

Dovete cercare l’area di gestione del dominio e poi cercare i server dei nomi. Se avete bisogno di assistenza per aggiornare i server dei nomi, potete chiedere alla vostra società di web hosting.

Per GoDaddy, è necessario accedere al proprio account GoDaddy e fare clic su “Domini”.

Successivamente, è necessario fare clic sul pulsante “Gestisci” accanto al nome di dominio che si desidera modificare.

Manage domain

Andare alla sezione “Impostazioni aggiuntive”.

Quindi, dovrete cliccare su “Gestisci DNS” per continuare.

Manage DNS

Successivamente, è necessario scorrere verso il basso fino alla sezione “Nameservers”.

Qui, fare clic sul pulsante “Modifica”.

Change nameservers

Innanzitutto, è necessario cambiare il menu a tendina del tipo di server dei nomi da “Predefinito” a “Personalizzato”.

Successivamente, è possibile inserire le informazioni del nuovo provider di hosting alla voce Nameservers.

Updating DNS nameservers

Non dimenticate di fare clic sul pulsante “Salva” per memorizzare le modifiche.

La modifica dei nameserver del vostro dominio è stata effettuata con successo. Le modifiche DNS possono richiedere dalle 4 alle 48 ore per essere propagate a tutti gli utenti.

Poiché i contenuti sono gli stessi sul vecchio e sul nuovo host, i vostri utenti non noteranno alcuna differenza. La migrazione di WordPress avverrà senza soluzione di continuità e senza tempi di inattività.

Per sicurezza, vi consigliamo di aspettare a cancellare il vecchio account di hosting fino a 7 giorni dopo la migrazione.

Domande frequenti

Ecco alcune domande che molti dei nostri utenti ci pongono durante il trasferimento di WordPress da un host all’altro.

1. Come faccio a migrare il mio sito web WordPress su un altro host?

Potete migrare il vostro sito web WordPress spostando i file e il database di WordPress dal vecchio host al nuovo provider di hosting.

Alcune società di hosting offrono anche servizi gratuiti di trasferimento di siti web, ma è necessario chiedere a loro. In alternativa, potete farlo voi stessi trasferendo i file con un client FTP e importando il database tramite phpMyAdmin.

2. Posso migrare il mio sito WordPress su un altro provider di hosting?

Sì, siete liberi di migrare il vostro sito WordPress su un altro provider di hosting.

3. Posso iscrivermi al nuovo account di hosting senza registrare un nome di dominio?

Sì, è assolutamente possibile sottoscrivere un account di hosting senza registrare un nome di dominio.

Il nome di dominio e l’hosting sono due servizi diversi e non è necessariamente necessario registrare un nome di dominio quando ci si iscrive a un nuovo host. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida sulla differenza tra nome di dominio e hosting web.

Alcuni provider di hosting vi chiederanno di selezionare un nome di dominio come primo passo per l’acquisto dell’hosting. Inoltre, vi permetteranno di inserire un nome di dominio se ne avete già uno.

4. Devo trasferire il mio nome di dominio al nuovo host?

No, non è necessario trasferire il nome di dominio al nuovo host. Tuttavia, trasferendo il nome di dominio sul nuovo hosting sarà più facile rinnovarlo e gestirlo sotto la stessa dashboard del nuovo account di hosting.

Per saperne di più su questo argomento, consultate la nostra guida definitiva sui nomi di dominio e sul loro funzionamento.

5. Come si risolve l’errore di connessione al database in Duplicator?

Se viene visualizzato un errore di connessione al database o un errore di connessione al database in Duplicator, è probabile che siano state inserite informazioni errate per la connessione al database.

Assicuratevi che il nome del database, il nome utente MySQL e la password siano corretti. Alcune società di web hosting non utilizzano localhost come host per i loro server MySQL. In questo caso, dovrete chiedere al personale di supporto del vostro host web di fornirvi le informazioni corrette.

6. Come posso verificare se il mio sito web viene caricato dal nuovo host?

Esistono diversi strumenti online che consentono di vedere chi ospita un sito web. Dopo aver trasferito il vostro sito web sul nuovo host, potete utilizzare uno di questi strumenti che vi mostreranno il nome della società di hosting web che ospita il vostro sito.

Se non è passato molto tempo da quando avete migrato il vostro sito web e avete apportato modifiche al server dei nomi di dominio (DNS), è probabile che il vostro sito sia ancora caricato dal vecchio host. Le modifiche al nome di dominio possono richiedere fino a 48 ore per propagarsi completamente.

7. È necessario eliminare i file o i dati dal vecchio host?

Quando si cambia società di hosting, si consiglia di conservare il vecchio sito web per almeno una settimana. Dopodiché, è possibile eliminare i file dal vecchio host web. Se state cancellando il vostro account, il vostro provider di web hosting cancellerà tutti i vostri dati in base alla sua politica.

8. Per quanto tempo devo mantenere attivo il mio account sul vecchio host?

Una volta migrato il vostro sito web sul nuovo host e se non avete altri siti web ospitati presso il vostro vecchio host, potete cancellare il vostro vecchio account di web hosting.

Tuttavia, in alcuni casi, potreste aver già pagato per l’hosting annuale. Dovreste controllare la loro politica di rimborso per vedere se avete diritto a un rimborso in caso di cancellazione.

9. Come faccio a spostare un sito WordPress con SSL/HTTPS?

È necessario installare un certificato SSL sul nuovo provider di hosting. Dopodiché, si possono seguire gli stessi passi indicati sopra. Assicuratevi solo di utilizzare l’HTTPS negli URL, come https://example.com.

10. Bonus: Migrazione gratuita del sito da parte del nuovo host

Se state cercando di cambiare il vostro hosting web, ma i passaggi sopra descritti vi sembrano troppo complicati, potete scegliere i seguenti provider, che migreranno il vostro sito web per voi.

SiteGround, Hostinger e WP Engine offrono la migrazione gratuita del sito web per gli utenti di WPBeginner.

Ci auguriamo che questa guida passo-passo vi abbia aiutato a spostare WordPress sul vostro nuovo host senza alcun tempo di inattività. Se doveste riscontrare qualche problema durante la migrazione di WordPress, consultate la nostra guida sugli errori più comuni di WordPress e su come risolverli.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

299 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Moinuddin Waheed says

    Hands down the best guide for migrating a website from one host to another without any downtime.
    I used to think it’s impossible to do without having some lag but no, it’s possible and with easy to follow steps.
    Thanks wpbeginner for this detailed guide. I need to do this very often and had no clue that it can be done with no compromise on website downtime.

  3. THANKGOD JONATHAN says

    Thank you for the helpful article.
    But how about someone who wants to migrate his reseller hosting to a new reseller account and want to move all his clients websites to the new host? Do you have any article for that? I will really apprecite it.

    • WPBeginner Support says

      We do not have a specific article for bulk movement at the moment but if you reach out to the hosting provider they may have a tool to assist.

      Admin

  4. Jiří Vaněk says

    The best practice that has proven successful for me:

    Download data from FTP.
    Create a database dump.
    Upload both to the new server.
    Test functionality using the HOSTS file.
    Switch DNS.
    An efficient, functional, and quick method for migrating WordPress to another server.

  5. AC says

    Hello,

    I have built a new website on a subdomain using we’ll call it hosting server A, could I also use this process to move that website to a new hosting server (B) and update the path to the new domain (noted in step 6), if the new domain is already connected to a live wordpress site on an entirely different server (C)?

    Or would I be better to move current website from server C to server B exactly as you have outlined above and get that going, then copy the files from updated website on server A to current hosting server B? Hope that makes sense. Just want the most seamless approach!

    For a little bit of an explanation… Business has a website that needs updating that is hosted with another company, I have built the “new” website on my own subdomain. Business owns domain, and wants new website to live on new hosting that they control under same account as domain for easier access to everything moving forward.

    • WPBeginner Support says

      Either method can work, if you are already updating the site then you would want to use the first method and move the new site then update the domain to point toward the correct hosting provider to prevent you from having to do extra work on a live site.

      Admin

  6. D Lewis says

    Another great tutorial, WPBeginner!

    Is this the same process used for simply downloading a WordPress.org blog from an old computer onto another one (keeping the same hosting company)?

    Thank you,
    D Lewis

    • WPBeginner Support says

      If you are keeping the same host you can normally check with your hosting provider to have them change it to the new server. If they do not offer this then changing your hosts file will likely not work but the other steps would be the same.

      Admin

  7. lse says

    Do you find it better to create a fresh install of WordPress latest and migrate to this my existing WordPress website – import – data only, rather than the old WordPress – I update from 2011 – migrate all files/data/database, and Not create a fresh install…?

    • WPBeginner Support says

      It would depend on how you want the site’s content. If you are looking to do major changes to the site then creating a new site and importing the content would be good. This guide is for reducing downtime and keeping the site the same which is why we recommend importing all of the files and data. :)

      Admin

  8. KubaP says

    Cool. Best tutorial. Works like gem in 2023! I’ve done my first smooth migration with the help of this awesome article

  9. Mr. Akhil says

    I am in the stage of 2. it doesn’t show all good but “Size check notice” is not showing good result how can i solve it, what if some scanning process is not good ???

    • WPBeginner Support says

      From the sound of the error, the plugin is warning you that you have a large site and it may have trouble depending on your host for exporting your content. It would depend on the specific error if you are seeing other errors for the steps to follow but the plugin’s support should be able to assist.

      Admin

  10. Carlos Almazan says

    Thank you very much for this tutorial, it´s amazing!

    I would like to ask you if possible, what steps of this tutorial should I skip if I just want to duplicate the first website? In other words, i want to leave the first website as it is and just create a new one (a new copy) in an another hosting provider.

    Thank you very much in advance!
    Regards!

  11. Emma says

    Good day, thank you for this wonderful tutorial. Please how do i migrate to my new host and use the domain on my new host, without using the old host domain

  12. Emmanuel says

    Good day, thank you for this wonderful tutorial. Please how do i migrate to my new host and use the domain on my new host, without using the old host domain

  13. Spear says

    Thank you so much for the informative guide!

    I’d like to know if possible, how long does it take to migrate wp project to the server?
    Currently the files are in the same server and trying to install wp script via Softaculous.

    thank you!

    • WPBeginner Support says

      It would depend on how much content you had on your old site for how long it takes to transfer your content.

      Admin

  14. Milan says

    What will happen with my mailboxes on old host? How to manage this transfer and keep e-mails and related stuff?

    • WPBeginner Support says

      That would depend on your hosting providers, some have the option to export your mailboxes and import them on the new host while others do not have the option. If you check with your hosting providers they would be able to let you know the options you have available.

      Admin

  15. Cristiano says

    Hi! Thanks for this great tutorial.
    I’ve moved 1 website and it was flawless.

    I tried to move a 2nd website. The content folder was really heavy, so i excluded it from the duplicator. I moved these folder manually.
    What I’ve noticed is that the new website is not loading any images.
    How can I solve this?
    Thanks in advanced. :)

  16. Adam says

    Im having issues with the host file.
    Changed it to the correct settings but still seeing the old host site,

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.