Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Come aggiungere Google Optimize in WordPress (2 metodi semplici)

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

Volete aggiungere Google Optimize al vostro sito WordPress?

Google Optimize è uno strumento gratuito di Google che aiuta i proprietari di siti web a ottimizzare i propri siti eseguendo split test A/B. Permette di confrontare due versioni di una pagina e di vedere quale si converte meglio (cioè, ha più successo).

In questo articolo vi mostreremo come aggiungere facilmente Google Optimize in WordPress, in modo da poter iniziare a eseguire split test.

How to add Google Optimize in WordPress

Che cos’è Google Optimize?

Google Optimize è uno strumento gratuito che consente di effettuare split-test sulle pagine e di personalizzarle per i clienti. È possibile collegarlo sia a Google Analytics che a Google Tag Manager.

Utilizzando Google Optimize, è possibile impostare esperimenti per verificare se le modifiche apportate a una pagina aumentano il tasso di conversione.

Ad esempio, si può eseguire un A/B split test con due versioni di una pagina di vendita per vedere quale ha un rendimento migliore.

Potreste avere un titolo diverso su ogni pagina o un’immagine di prodotto diversa nel vostro negozio online. Grazie agli split test, potete ottimizzare gradualmente la vostra pagina per ottenere il tasso di conversione più elevato.

Google Optimize consente di creare questi split test con un editor drag-and-drop. Dopodiché, mostra ogni variante ai visitatori in modo casuale, in modo da poter raccogliere dati su ciò che funziona meglio.

Nota: Google Optimize è tramontato il 30 settembre 2023. Google investirà in uno strumento A/B integrato in Google Analytics 4. Ciò significa che non sarà più possibile eseguire esperimenti in Google Optimize. Tuttavia, ci sono molte alternative a Google Optimize che potete provare.

In alternativa, è possibile utilizzare Thrive Optimize per eseguire test A/B in WordPress. Fa parte della suite Thrive Theme e offre più funzioni per i test A/B rispetto a Google Optimize. Per saperne di più, consultate la nostra guida su come eseguire split test A/B in WordPress, dove condividiamo un metodo alternativo a Google Optimize.

Di cosa avete bisogno per utilizzare Google Optimize?

Per utilizzare Google Optimize sul vostro sito WordPress è necessario un account Google Analytics. È inoltre necessario aver inserito il codice di monitoraggio di Google Analytics sul proprio sito. Questo può essere difficile per i principianti perché richiede la modifica del codice.

Un modo più semplice per collegarsi a Google Analytics è usare MonsterInsights. È il miglior plugin di analisi per WordPress ed è dotato di un addon per Google Optimize, che rende super facile eseguire test di Google Optimize sul vostro sito web.

MonsterInsights è un plugin a pagamento e per accedere all’addon Google Optimize è necessario il suo piano Pro. Se non volete acquistare MonsterInsights, abbiamo anche un metodo per impostare manualmente Google Optimize utilizzando un plugin gratuito.

Per prima cosa, è necessario installare e attivare il plugin MonsterInsights. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida passo-passo su come installare un plugin di WordPress.

Dopo l’attivazione, verrà visualizzata una schermata di benvenuto. È sufficiente fare clic sul pulsante “Avvia la procedura guidata” e seguire i passaggi del tutorial per collegare Google Analytics a WordPress.

launch MonsterInsights setup wizard

Per le istruzioni passo-passo, consultare la nostra guida su come installare Google Analytics in WordPress.

Detto questo, vediamo come aggiungere Google Optimize in WordPress come un professionista.

Impostazione dell’account Google Optimize

Successivamente, è necessario andare sul sito web di Google Optimize e fare clic sul pulsante “Inizia”.

The Welcome page for Google Optimize, with Get Started button

Vi verrà chiesto di decidere se volete ricevere o meno le e-mail di Google.

A questo punto, è necessario fare clic sulle opzioni desiderate e poi fare clic sul pulsante “Avanti” nella parte inferiore della schermata.

Choose which emails you want to receive from Google

È ora possibile scegliere impostazioni specifiche per il proprio account. Suggeriamo di utilizzare semplicemente le impostazioni consigliate.

Assicuratevi di selezionare il vostro Paese dal menu a discesa, in modo da visualizzare i termini di servizio corretti. Quando si fa clic su di essi per leggerli, si apriranno in una nuova scheda, in modo da non perdere il posto durante la configurazione.

Le caselle di controllo possono cambiare a seconda del Paese selezionato.

Choose your Google Optimize account settings

Successivamente, è necessario selezionare le caselle una volta pronte e il pulsante “Finito” diventerà blu. Procedere e fare clic su di esso. Google imposterà quindi il vostro account Google Optimize.

Come parte di questo, Google ha creato il vostro primo contenitore. Questo conterrà i vostri esperimenti (test e personalizzazioni) e deve essere collegato al vostro sito web.

Your Google Optimize account, with step by step instructions on the right

Anche se qui viene richiesto di creare il primo esperimento, a questo punto suggeriamo di collegare Google Analytics a Google Optimize.

Collegamento tra Google Optimize e Google Analytics

Sul lato destro dello schermo, si vedrà il passaggio “Collegamento a Google Analytics”.

Fare clic sulla freccia verso il basso e poi sull’opzione “Proprietà del collegamento”.

Linking Google Optimize to your website (click Link property)

Nella schermata successiva, selezionate il sito web con cui volete collegarvi.

Se non riuscite a vedere il vostro sito web qui, forse dovete finire di configurarlo in Google Analytics.

Select your website from the dropdown menu

Una volta fatto clic su “Link”, verrà visualizzata questa finestra di dialogo.

Se avete intenzione di utilizzare MonsterInsights per aggiungere Google Optimize al vostro sito, cosa che consigliamo, potete semplicemente fare clic su “Salta per ora”.

The Google Optimize snippet popup

Altrimenti, si consiglia di visualizzare e copiare il codice ora, poiché sarà necessario utilizzarne una riga in seguito.

Aggiungere Google Optimize al vostro sito WordPress (in modo semplice)

Il modo migliore per aggiungere Google Optimize a WordPress è utilizzare MonsterInsights.

Per prima cosa, è necessario visitare la pagina Insights ” Addons dalla dashboard di WordPress e trovare l’addon Google Optimize.

È sufficiente fare clic sul pulsante “Installa” accanto all’addon Google Optimize per attivarlo automaticamente.

Installing the MonsterInsights Google Optimize addon

Una volta che l’addon è attivo, è possibile accedere alla pagina Insights ” Impostazioni ” Conversioni ” per configurare le impostazioni.

Qui è necessario inserire l’ID del contenitore di Google Optimize.

Add your Google optimize ID

È possibile trovare questo elenco nel proprio contenitore nella sezione “Il mio account” della dashboard di Google Optimize.

Si può anche trovare facilmente nel “pannello di configurazione del contenitore” quando si sta configurando il contenitore.

Finding your Google Optimize container ID

Basta inserire questo dato in MonsterInsights e il vostro sito sarà collegato a Google Optimize.

È inoltre possibile attivare “Google Optimize’s Async Page Hide”. Questa impostazione può migliorare l’esperienza degli utenti sul vostro sito web, soprattutto se hanno una connessione lenta.

Nasconde la pagina per un piccolo lasso di tempo, in modo da consentire il caricamento della variazione creata durante l’esperimento. Altrimenti, il contenuto normale potrebbe essere caricato prima della modifica, rendendo la pagina “sfarfallante” dal punto di vista degli utenti.

Ora che avete collegato Google Optimize al vostro sito web, vorrete iniziare ad eseguire alcuni test A/B.

Aggiungere manualmente Google Optimize al vostro sito WordPress

Potete anche aggiungere manualmente Google Optimize al vostro sito WordPress. Questo metodo non è consigliato ai principianti, poiché dovrete modificare manualmente il codice di Google Analytics.

Esistono diversi modi per farlo, a seconda di come avete aggiunto il codice di Google Analytics al vostro sito web.

Tra un attimo, illustreremo il processo di aggiunta di Google Optimize a un tag analytics.js, poiché è questo che molti avranno usato per configurare Google Analytics.

Se avete impostato Analytics di recente, potreste invece utilizzare Global Site Tag (gtag.js) per distribuire Google Analytics. In questo caso, potete trovare le istruzioni per farlo all’interno di Google Optimize stesso. Basta fare clic sul link blu “Installa Optimize” per ottenere le istruzioni e il codice.

Se si utilizza Google Tag Manager (GTM), consultare le istruzioni di Google sull’installazione di Optimize con Google Tag Manager.

Supponendo di utilizzare il tag analytics.js, vediamo il processo di installazione.

Innanzitutto, è necessario trovare il codice di Google Analytics nella dashboard di WordPress.

Si noti che questo codice deve trovarsi nella parte dell’intestazione delle pagine affinché il codice Optimize funzioni. Se si utilizza un plugin o un tema che colloca Google Analytics nel piè di pagina, è necessario spostare il codice nell’intestazione.

Quindi, aggiungere la riga ga('require', 'GTM-XXXXXXX'); al codice di Google Analytics come segue, sostituendo GTM-XXXXXXX con l’ID del contenitore Optimize.

<!-- Google Analytics -->
 
<script>
(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
(i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
})(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga');
 
ga('create', 'UA-XXXXXXXXXX-1', 'auto');
ga('require', 'GTM-XXXXXXX');
ga('send', 'pageview');
</script>
 
<!-- End Google Analytics -->

Si noti che UA-XXXXXXXXX-1 nel codice mostrerà l’ID della proprietà di Google Analytics.

Una volta terminato, assicurarsi di salvare le modifiche.

Suggerimento: se non siete sicuri di dove trovare e modificare il codice di Google Analytics, potete verificare se avete installato un plugin come WPCode.

Se si utilizza un tema WordPress premium, è possibile che al suo interno sia presente un punto in cui inserire il codice di Google Analytics. Potete controllare la documentazione del tema o contattare il team di assistenza per chiedere aiuto.

Se si utilizza questo metodo, è necessario aggiungere manualmente il codice dello snippet anti-sfarfallio al sito, se si desidera utilizzarlo. Non è possibile fare semplicemente clic su un pulsante per farlo come quando si usa MonsterInsights.

Una volta configurato Google Optimize, siete pronti per effettuare gli split test. Potete seguire la nostra guida su come effettuare split test A/B in WordPress utilizzando Google Optimize.

Speriamo che questo articolo vi abbia aiutato a capire come aggiungere Google Optimize in WordPress. Potreste anche voler consultare i nostri consigli comprovati su come aumentare il traffico del vostro blog e le nostre scelte di esperti sui migliori plugin WordPress per far crescere il vostro sito web.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

5 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.