Trusted WordPress tutorials, when you need them most.
Beginner’s Guide to WordPress
Coppa WPB
25 Million+
Websites using our plugins
16+
Years of WordPress experience
3000+
WordPress tutorials
by experts

Categorie vs. tag: le migliori pratiche SEO per l’ordinamento dei contenuti

Nota editoriale: guadagniamo una commissione dai link dei partner su WPBeginner. Le commissioni non influenzano le opinioni o le valutazioni dei nostri redattori. Per saperne di più su Processo editoriale.

I lettori ci chiedono spesso cosa sia meglio per la SEO: le categorie o i tag?

Potreste non essere sicuri di cosa siano effettivamente le categorie e i tag di WordPress e di come si differenzino tra loro. Saperlo può aiutarvi a utilizzarli correttamente.

In questo articolo spiegheremo le differenze tra categorie e tag per l’organizzazione dei contenuti e come possono influire sul posizionamento SEO.

Categories vs Tags - SEO Best Practices for Sorting Your Content

Ecco cosa tratteremo in questa esercitazione. Potete usare i link sottostanti per passare alla sezione che vi interessa:

Qual è la differenza tra categorie e tag?

Le categorie e i tag sono entrambe tassonomie di WordPress. Vengono utilizzate per raggruppare i post in modi diversi.

Le categorie hanno lo scopo di raggruppare in modo generale i vostri post. Consideratele come argomenti generali o come l’indice del vostro sito WordPress. Le categorie sono gerarchiche, il che significa che è possibile creare sottocategorie.

I tag, invece, hanno lo scopo di descrivere dettagli specifici dei vostri post. Considerateli come le parole dell’indice del vostro sito. Permettono di micro-categorizzare i contenuti. I tag non sono gerarchici.

Ad esempio, questo post su WPBeginner fa parte della categoria “Guida per principianti”. Potete vedere tutti i post di questa categoria andando su Blog ” Guida per principianti nel nostro menu di navigazione.

Questo post contiene anche i seguenti tag: categorie, categorie vs tag, tassonomia personalizzata, SEO, best practice SEO, ordinare i contenuti e tag.

Questi tag non vengono visualizzati in nessun punto dell’articolo. Tuttavia, aiutano gli utenti a trovare l’articolo nelle ricerche pertinenti sul nostro blog.

Una delle maggiori differenze tra tag e categorie è che tutti i post di WordPress devono essere archiviati sotto una categoria, ma non è necessario che abbiano dei tag.

Se non si assegna una categoria al post, WordPress lo assegnerà automaticamente alla categoria predefinita. Questa si chiama “Uncategorized”, ma spesso è utile rinominare la categoria Uncategorized in qualcosa come “Other” o “Miscellaneous”.

Nota: per impostazione predefinita, in WordPress solo i post dei blog hanno categorie e tag. Tuttavia, è possibile aggiungere categorie e tag alle pagine di WordPress utilizzando un plugin.

Come si possono aggiungere categorie e tag in WordPress?

In WordPress è possibile aggiungere categorie e tag durante la creazione o la modifica di un post. Si trovano sul lato destro sotto la voce “Impostazioni del post”.

Adding categories and tags when creating a post

Si può anche andare su Post ” Categorie e post ” Tag per aggiungere nuove categorie e tag.

Per ulteriori informazioni sul processo di aggiunta di categorie e tag, consultate le nostre spiegazioni su Che cos’è una categoria? e Che cos’è un tag? per ottenere aiuto e guida.

Quante categorie di WordPress si dovrebbero avere?

Non esiste un numero specifico di categorie da avere. Nella maggior parte dei casi, è necessario avere un numero di categorie compreso tra 5 e 10, in modo da classificare correttamente i post e rendere il sito facile da consultare.

Le categorie sono pensate per racchiudere un ampio gruppo di post. È possibile utilizzare sottocategorie e tag per suddividere i post in gruppi più piccoli.

Se avete appena avviato un blog, non preoccupatevi di trovare un elenco perfetto di categorie. Scegliete solo 3-5 categorie generali e aggiungetene altre con il passare del tempo.

È necessario utilizzare le sottocategorie in WordPress?

Non è necessario utilizzare le sottocategorie e molti blog di grandi dimensioni (compreso WPBeginner) non lo fanno. Tuttavia, le sottocategorie sono utili se avete una grande categoria con molti post che potrebbero essere raggruppati in sezioni più piccole.

Ad esempio, si potrebbe avere una categoria “Ricette” che contiene un numero crescente di ricette senza glutine.

Posts in the category 'Recipes'

È possibile inserire questi post nella propria sottocategoria, in modo che i lettori possano trovarli facilmente. Si crea una nuova categoria figlia di “Ricette” chiamata “Senza glutine” e si spostano questi post in quella categoria.

Usare le categorie negli URL dei post

Alcuni siti utilizzano il nome della categoria nei permalink (URL dei post), che si possono impostare in Impostazioni ” Permalink“.

Including your posts' categories in your URLs

Se questo è il caso del vostro sito, il vostro post avrà inizialmente un URL simile a questo:
.../ricette/pancake senza glutine/

Dopo aver spostato il post in una categoria figlia, avrà un nuovo URL:
.../ricette/senza glutine/pancakes senza glutine/

Normalmente, WordPress cercherà di reindirizzare il vecchio URL a quello nuovo. Vale sicuramente la pena di verificare che i vostri link funzionino ancora. Se necessario, è possibile creare un reindirizzamento 301 dal vecchio URL a quello nuovo.

Un’altra opzione è quella di mantenere il post nella categoria madre e assegnarlo anche alla categoria figlia, ma questo può avere degli svantaggi.

Sebbene il sito WPBeginner abbia delle categorie nell’URL, consigliamo sempre agli utenti di utilizzare una struttura URL più breve che contenga solo “Nome del post”. Questo vi darà la massima flessibilità per riorganizzare i contenuti senza preoccuparvi di impostare i reindirizzamenti.

Tutti i nostri nuovi siti web utilizzano la moderna struttura URL “Post name”. WPBeginner ha più di 10 anni, quindi ha una struttura URL legacy. La modifica della struttura degli URL non è consigliata per la SEO, ed è per questo che l’abbiamo mantenuta.

Posso assegnare un post a più categorie?

WordPress consente di inserire un post in più categorie. Può trattarsi di più categorie madri o di una categoria madre più una o più sottocategorie.

La presenza di più categorie non giova alla SEO. Dovreste assegnare i post a più categorie solo se questo ha più senso per i vostri lettori.

È possibile che la presenza di un post in più categorie possa causare problemi di SEO a causa di contenuti duplicati.

Se utilizzate più categorie, cercate di evitare di inserire un post in due o più categorie principali (genitori). Ogni post dovrebbe rientrare in una sola categoria principale.

C’è un limite al numero di tag che un post può avere?

WordPress stesso non ha alcun limite al numero di tag che si possono avere per ogni post. Potreste potenzialmente assegnare 1.000 o più tag a un post!

Tuttavia, non lo consigliamo assolutamente.

Lo scopo dei tag è quello di aiutare a collegare tra loro i post correlati. Pensate a loro come a una sezione dell’indice di un libro. Ogni tag è come una parola chiave nell’indice.

I tag sono utili per gli utenti che effettuano ricerche sul vostro sito. Alcuni plugin che visualizzano i post correlati utilizzano i tag per capire quali argomenti dei post sono correlati.

Suggeriamo di attenersi a un massimo di 10 tag per post.

Categorie vs Tag: Cosa è meglio per la SEO?

Ci sono dei vantaggi SEO di WordPress nell’utilizzare le categorie rispetto ai tag o viceversa?

La risposta breve è No.

Le categorie e i tag hanno entrambi scopi diversi. È necessario usare le categorie, ma non è necessario usare i tag se non si vuole. Tuttavia, si consiglia di utilizzare entrambe in modo appropriato per aiutare i lettori a navigare nel sito.

In definitiva, dovreste progettare il vostro sito pensando agli utenti. Tutti i motori di ricerca vogliono mostrare agli utenti i contenuti più utili per loro.

Ciò significa che l’organizzazione dei contenuti per una migliore fruibilità aiuterà anche a ottenere un migliore posizionamento SEO.

È possibile controllare l’aspetto di categorie e tag nei risultati di ricerca?

È possibile personalizzare il modo in cui le categorie e i tag appaiono nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca utilizzando All in One SEO (AIOSEO), il miglior plugin SEO per WordPress sul mercato.

Innanzitutto, installate e attivate il plugin All in One SEO Premium o AIOSEO gratuito. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida passo-passo su come installare un plugin di WordPress.

Dopo l’attivazione, è necessario navigare in All in One SEO ” Aspetto della ricerca e fare clic sulla scheda ‘Tassonomie’ per configurare l’aspetto della ricerca per categorie e tag.

All in One SEO Taxonomies Settings

Le impostazioni predefinite funzionano per la maggior parte dei siti web, ma è possibile personalizzarle in molti modi.

Ad esempio, alcuni utenti preferiscono impedire ai motori di ricerca di indicizzare i propri archivi di categorie e tag. Questo può aiutare a prevenire problemi di contenuti duplicati e incoraggia i motori di ricerca a dare priorità ai post e alle pagine effettive.

Nella sezione Categorie, è sufficiente impostare l’opzione “Mostra nella ricerca” su “No”.

AIOSEO Search Appearance for Categories

Successivamente, si deve scorrere fino alla sezione Tag e fare la stessa cosa.

Assicurarsi di fare clic sul pulsante “Salva modifiche” nella parte superiore o inferiore della pagina per memorizzare le impostazioni. I motori di ricerca non indicizzeranno più le pagine dell’archivio delle categorie e dei tag.

AIOSEO Search Appearance for Tags

Guide di esperti sulla categorizzazione dei contenuti di WordPress

Ora che sapete come le categorie e i tag influiscono sulla SEO, potreste voler vedere altre guide relative alla categorizzazione dei contenuti di WordPress:

Ci auguriamo che questo articolo vi abbia aiutato a capire le categorie e i tag e le migliori pratiche SEO per ordinare i vostri contenuti. Potreste anche apprezzare la nostra guida su come monitorare l’analisi delle categorie e dei tag di WordPress e le nostre scelte degli esperti sui migliori strumenti di ricerca delle parole chiave per la SEO.

Se questo articolo vi è piaciuto, iscrivetevi al nostro canale YouTube per le esercitazioni video su WordPress. Potete trovarci anche su Twitter e Facebook.

Divulgazione: I nostri contenuti sono sostenuti dai lettori. Ciò significa che se cliccate su alcuni dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Vedi come WPBeginner è finanziato , perché è importante e come puoi sostenerci. Ecco il nostro processo editoriale .

Avatar

Editorial Staff at WPBeginner is a team of WordPress experts led by Syed Balkhi with over 16 years of experience in WordPress, Web Hosting, eCommerce, SEO, and Marketing. Started in 2009, WPBeginner is now the largest free WordPress resource site in the industry and is often referred to as the Wikipedia for WordPress.

Il kit di strumenti WordPress definitivo

Ottenete l'accesso gratuito al nostro kit di strumenti - una raccolta di prodotti e risorse relative a WordPress che ogni professionista dovrebbe avere!

Reader Interactions

351 commentiLascia una risposta

  1. Syed Balkhi says

    Hey WPBeginner readers,
    Did you know you can win exciting prizes by commenting on WPBeginner?
    Every month, our top blog commenters will win HUGE rewards, including premium WordPress plugin licenses and cash prizes.
    You can get more details about the contest from here.
    Start sharing your thoughts below to stand a chance to win!

  2. Dade says

    Hi, in the article you mentioned all of your new “websites use the modern ‘Post name’ URL structure.”

    But it isn’t stated why.

    Do you have troubles with analyzing performance when both pages and post content is off the root domain?

    • WPBeginner Support says

      The main reason is to make it easier for users to remember your URLs. It would depend on the organization of the site for how difficult analytics would become.

      Admin

  3. mohadese esmaeeli says

    with this simplicity, I’ve grasped the concept of tags and categories. In reality, categories serve for content differentiation, and tags are considered internal classifications within the site.

  4. mohadese esmaeeli says

    With tags, you can create more detailed internal categorizations. For example, consider that the WordPress installation tutorial is placed in the WordPress tutorials category, and the Joomla installation tutorial is placed in the Joomla tutorials category. What is the commonality between these two? Both are content management systems. So, you can assign a tag called “CMS” or “Content Management System” to both. Someone looking for various content management systems can click on this tag to access tutorials on installing content management systems.

  5. Jiří Vaněk says

    I would like to ask. I have categories and sometimes I have a label that has the same category name. For example WordPress category and WorPress tag. For each label and category with the same name, I also have the same labels. But Yoast SEO already pointed out to me that it is not good from SEO point of view to use the same keywords. So is it better to target slightly different keywords and use different labels for both? And the second question, is it good to index categories and tags or not?

    • WPBeginner Support says

      Indexing categories and tags is good for SEO, it is normally best to have different words for your tags and categories.

      Admin

      • Jiří Vaněk says

        Thanks for reply. I wil try to make some changes in description of both. I thought that it could be the same, but it is true that this way both the tag and the category can find use under slightly different keywords.

  6. THANKGOD JONATHAN says

    Categories and tags are what is helping me in my blog search filter. Without them it couldn’t have been that easier. They are all important

  7. Juan says

    I’ve considered naming my post categories as post formats (articles, podcasts, videos, etc.). Is that a clever idea, or should I stick to the website’s topics/subtopics?

  8. Vinny Hguen says

    Excellent article! I love how you explained these two abstract terms in simple languages along with relatable examples.

    Keep up the good work!

  9. Sue Davies says

    I have a parent category “Jewellery”, which has a sub category “Earrings”. Many of my products are earrings, so they are listed in the Earrings Category. I have tagged them all with “earrings”. Is this OK, or should I avoid doing that? I have optimised the Earrings Category in SEO, but not sure what to do with the orphaned tags for “earrings”, “blue”, “crystal”, “sapphire”, etc.

  10. Andre says

    What I’m curious about is if a URL has the parent category/subcategory/post structure if the parent has no content in it, but it simply used to create a primary category is BAD for SEO? I’m setting up a bunch of tutorials but want all sub cats to be under “Documents” as the parent, then all sub cats will have the posts.

  11. Kagai wa Kamau says

    I have 2 queries on SEO impact

    1. if i have one post under 2 categories , is that duplicate content?
    2. can one use many tags in one post and use the same tags on another post?

    Kind Regards

    • WPBeginner Support says

      If you have a post under two categories, it would normally be better to look at if you can make the post fit under a single category or reorganize your categories if it is a consistent issue.

      The same tags can be used on different posts.

      Admin

  12. Alaba says

    So if I understand it correctly I can delete any category and redirect those categories to other categories, right?

  13. Alaba says

    Hi, what should I do, if I have too many categories that I don’t use? What should I do? Should I delete and redirect them to other categories?

    • WPBeginner Support says

      If you are not using categories and have no plans to it would normally be best to create those redirects and remove your unused categories. If you have not added any posts to those categories then there likely isn’t any post that needs to be redirected.

      Admin

  14. yomer gaytano says

    HI,
    In a single post, only one category, is that right?

    Because I do use more than one category in each of my post. What would be the problem with this?

    • WPBeginner Support says

      It is not bad in general but if you are only adding a post to categories trying to improve SEO, then it would be bad for your SEO.

      Admin

  15. Alisha says

    But do I HAVE to use categories or can I just use pages? For example, I want to create a dessert website. If I have the button Recipes in my menu and then under that I have Basic recipes for example, can this just be a page and from there I link to different posts? or does it have to be a category from which I link to the different recipe posts?

    • WPBeginner Support says

      You would not need the category in the short term but the more recipes you add, the harder it would be to keep all of them in your menu. By adding the posts to a category, you can add the category to your menu for WordPress to create the list of posts for you.

      Admin

  16. Emmeline says

    Hi, I noticed that each category and tag automatically gets it’s own page. Most independent SEO tools/audits tell me these pages are not optimized well because of low word count, etc. – but is this really an issue? From a user perspective, I don’t want random text cluttering up my site just to meet a word count. How do search engines take this into account? Is it fine not to include any tag/category description? Would it be bad to ask search engines not to index my tag pages? I don’t really understand these pages, as it seems like user experience and SEO are at odds on this issue…

    • WPBeginner Support says

      Those tools normally see all pages as content pages, you shouldn’t need to worry about the category and tag pages even if the tools don’t read them properly.

      Admin

  17. Sam Onuegbu says

    Hi,

    Your articles and videos have always been of immense help.

    One question…

    You recommended 5 – 10 max categories in your expert opinion.

    Is there also a recommended limit for subcategories or as much as is necessary?

    • WPBeginner Support says

      Glad our articles have been helpful, we would recommend limiting subcategories as well unless you are sending out a massive amount of content.

      Admin

    • WPBeginner Support says

      It is not necessary and can sometimes be helpful for SEO should a user find the tag in a search result for your site.

      Admin

    • WPBeginner Support says

      If you wanted to you certainly could but if that becomes common you may want to think about restructuring your categories.

      Admin

    • WPBeginner Support says

      You would want to check in the screen options in the top-right of the page to ensure that section was not hidden. For the block editor, you would want to ensure you are looking at the document settings

      Admin

Lascia una risposta

Grazie per aver scelto di lasciare un commento. Tenga presente che tutti i commenti sono moderati in base alle nostre politica dei commenti e il suo indirizzo e-mail NON sarà pubblicato. Si prega di NON utilizzare parole chiave nel campo del nome. Avremo una conversazione personale e significativa.